22 ottobre 2018
Aggiornato 06:00

Scuola, convocati a Pordenone gli Stati generali dell’educazione

Il Comune lancia un confronto aperto a tutti i protagonisti dell’educazione, dalla scuola alle famiglie, dal privato sociale allo sport. Obiettivo: rispondere alle nuove sfide e stilare una 'Carta dell’alleanza educativa' di Pordenone
Il consigliere delegato all’istruzione Alessandro Basso
Il consigliere delegato all’istruzione Alessandro Basso (Comune di Pordenone)

PORDENONE - Sarà un appuntamento aperto a tutti coloro che si interessano e si occupano di educazione quello di sabato 23 settembre a partire dalle 9.30 al teatro Don Bosco di Pordenone, in viale Grigoletti 3. A convocare gli 'Stati generali dell’educazione' è il Comune di Pordenone e in particolare il consigliere delegato all’istruzione Alessandro Basso. Non sarà il solito convegno ma un vero e proprio meeting partecipato di lavoro. «Vogliamo aprire un percorso di confronto coinvolgendo tutti gli attori del mondo educativo - spiega Basso - non solo le scuole, ma anche l’associazionismo, le famiglie, i genitori. I profondi cambiamenti sociali, tecnologici e di costume di questi anni ci devono infatti interrogare tutti sulle nuove sfide educative e professionali cui siamo chiamati a rispondere come comunità».

 

Carta dell'alleanza educativa
«Partendo dalla fotografia dell’esistente - continua il consigliere delegato - sabato affronteremo e lavoreremo su questi temi avvalendoci della guida di un grande sociologo come Dario Nicoli. Contiamo come risultato finale di arrivare alla 'Carta dell'alleanza educativa' di Pordenone, una linea-guida del nostro mandato amministrativo e della città intera a favore della costruzione di quella che viene chiamata la città educante. La Carta può essere la base da cui partire per mettere in piedi azioni che rispondano ad esigenze reali. Su questo piano ci siamo già impegnati in questo primo anno di mandato amministrativo – rimarca - dal piano anti bullismo con percorsi formativi per studenti, famiglie e insegnanti, all’introduzione del Quoziente Pordenone per le famiglie con i figli ai nidi, una misura che ha potenziato le agevolazioni esistenti e ne ha introdotte nuove per famiglie numerose, disabili, coppie giovani».

Il programma del meeting
Dopo l’accoglienza e la registrazione dei partecipanti, alle 9.30, il meeting inizierà con un breve intervento delle autorità. Alle 10.30 Basso illustrerà il quadro dell’educazione a Pordenone. Alle 11 parlerà Dario Nicoli, docente di sociologia economica, del lavoro e dell'organizzazione alla facoltà di scienze della formazione dell’Università Cattolica di Brescia. Il suo intervento è intitolato 'La Carta dell’alleanza educativa: un orizzonte di condivisione possibile?'. Alle 12 via libera al dibattito e alla presentazione del documento di lavoro e del percorso di riflessione condiviso. I lavori riprenderanno alle 14 con la costituzione dei gruppi di lavoro suddivisi per temi.