22 ottobre 2018
Aggiornato 05:00

Rauscedo: un convegno sul futuro della viticoltura del Friuli Venezia Giulia

Anticipazioni sul convegno di approfondimento per i 100 anni dal primo innesto della vite che diede impulso al settore vivaistico oggi ai vertici mondiali con illustri relatori per approfondire il tema e delineare il futuro. Modera il giornalista tv Nicola Porro
Rauscedo: un convegno sul futuro della viticoltura del Friuli Venezia Giulia
Rauscedo: un convegno sul futuro della viticoltura del Friuli Venezia Giulia (Confcooperative Pordenone)

SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA - Uno sguardo al passato per progettare insieme il futuro dell’agricoltura del Friuli Venezia Giulia: l’occasione del centenario dal primo innesto, che a Rauscedo ha fatto nascere l'attuale polo leader mondiale della vivaistica, è l’occasione per fare il punto tra addetti ai lavori in vista dei prossimi 10 anni della viticoltura regionale. Comune di San Giorgio della Richinvelda, Confcooperative Pordenone, Vivai Cooperativi Rauscedo e Friulovest Banca  hanno infatti organizzato per sabato 7 ottobre alle 10 nella sala dei Vivai Cooperativi Rauscedo, all’interno della manifestazione Le Radici del Vino, un convegno con illustri relatori che delineeranno il prossimo decennio del settore. Un appuntamento intitolato 'La viticoltura tra 10 anni. Le Radici del Vino: 100 anni di storia per immaginare il futuro'. A condurre i ragionamenti il noto giornalista televisivo, conduttore di Matrix, Nicola Porro.

Ospiti illustri relatori
Interverranno illustri relatori: Eugenio Sartori direttore generale Vivai Cooperativi Rauscedo, Attilio Scienza professore ordinario in Viticoltura dell’Università degli Studi di Milano, Paolo De Castro parlamentare europeo membro della Commissione agricoltura (Partito Democratico), Marco Zullo parlamentare europeo membro della Commissione agricoltura (Movimento Cinque Stelle), Giuseppe Pan assessore all’agricoltura della Regione Veneto (Lega Nord) e Cristiano Shaurli assessore alle risorse agricole e forestali della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia (Partito Democratico).

Sguardo al futuro
«Un’occasione preziosa - ha spiegato Luigi Piccoli presidente di Confcooperative Pordenone - di approfondimento sui passi che deve compiere la nostra viticoltura, la quale sta vivendo un momento di grande successo che dev’essere ora declinato nel medio-lungo periodo. Il tutto partendo dalla storia di una zona da sempre vocata alla cooperazione, vero punto di forza dell’economia sociale del territorio».
«Nel 1917 il primo innesto a spacco tra vite americana e vite europea - ha aggiunto il sindaco di San Giorgio della Richinvelda Michele Leon -, avvenuto a Rauscedo, salvò la viticoltura mondiale dalla malattia della filossera. Ci piace vedere questo convegno come un nuovo inizio verso ulteriori traguardi di successo per il settore, il tutto all’interno di una manifestazione sempre più di punta per il mondo agricolo come 'Le Radici del Vino' che organizzeremo dal 5 all’8 ottobre».

Organizzatori
Le Radici del Vino è organizzato dal Comune di San Giorgio della Richinvelda con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFvg e Friulovest Banca. Partner preziosi Confcooperative Pordenone, VivaiCooperativi Rauscedo, Circolo Agrario Friulano, Vitis Rauscedo, Cooperativa di Consumo di Rauscedo, Dea Barbatelle, Ambiente Servizi, Marchi Volpe, Gruppo Bisaro, Enofriuli, Cantina Rauscedo, Vivaistica D’Andrea, Forchir, Ronco Margherita, I Magredi, Onav, Assoenologi e Pordenonefiere.