22 ottobre 2018
Aggiornato 05:00

Idealscala: Bolzonello, progetto industriale ancora possibile

Entro la fine del mese di ottobre verrà convocato un tavolo per verificare se ci sono ancora o meno le condizioni per portare avanti il progetto che vede la cooperativa come partner dell'attività insieme alla multinazionale svizzera
Sergio Bolzonello (Vicepresidente Regione FVG e assessore Attività produttive, Turismo e Cooperazione) incontra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti di Friulia, cooperativa Idealscala, Mobiltrade e Unindustria
Sergio Bolzonello (Vicepresidente Regione FVG e assessore Attività produttive, Turismo e Cooperazione) incontra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti di Friulia, cooperativa Idealscala, Mobiltrade e Unindustria (Foto Arc Liberti)

PORDENONE - Permangono le condizioni per valutare la fattibilità di un progetto industriale che veda coinvolta la cooperativa Idealscal. Entro la fine del mese di ottobre verrà riconvocato il tavolo per verificare se questi presupposti si potranno concretizzare e quindi consentire il prosieguo del percorso intrapreso. È questo quanto emerso nel corso dell'incontro convocato a Pordenone dal vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, al quale hanno partecipato le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl, Uil nonché i rappresentanti di Friulia, cooperativa Idealscala, Mobiltrade e Unindustria. Il tavolo è servito per verificare se ci fossero ancora o meno le condizioni per portare avanti il progetto che vede la cooperativa come partner dell'attività insieme alla multinazionale svizzera.

Bolzonello ha chiarito quali siano gli strumenti che la Regione mette a disposizione a favore delle società cooperative e di nuovi investitori; canali contributivi che, rispetto al passato, sono stati ridefiniti nella gestione, completati per il ventaglio delle opportunità offerte e ampliati nella dotazione finanziaria.
«È chiaro - ha affermato il vicepresidente della Regione al termine dell'incontro - che ci sono ancora le condizioni per valutare assieme gli scenari operativi per una nuova attività. Per questo motivo ci siamo dati ancora un mese di tempo per verificare se sia possibile consolidare e sviluppare i percorsi venutisi a creare nei mesi precedenti».