23 ottobre 2017
Aggiornato 10:00
teatro

Pordenone 11-12 ottobre: la Grande Guerra e la poesia di Ungaretti, la lezione di Yalon e il catalano Identitats

Prosegue a Pordenone L’Arlecchino Errante, festival che dedica la Commedia dell’Arte al Teatro Contemporaneo

Pordenone 11-12 ottobre: la Grande Guerra e la poesia di Ungaretti, la lezione di Yalon e il catalano Identitats (© L'Arlecchino Errante)

PORDENONE - Mercoledì 11 ottobre a cento anni dalla rotta di Caporetto e della presa di Pordenone da parte delle truppe austroungariche e tedesche, il festival propone un’intensa performance di Claudia Contin Arlecchino ne 'La guerra del poeta' dedicato all’esperienza bellica e poetica di Giuseppe Ungaretti nelle trincee della Prima guerra mondiale. Alle 19, lo spettacolo sarà proposto a un ristretto gruppo di spettatori alle Scuole Gabelli di fronte alla lapide della Grande Guerra qui conservata. Regia di Ferruccio Merisi e supporti video di Luca Fantinutti. Biglietto speciale euro 6, prenotazione obbligatoria.

Gli altri eventi dell'11 ottobre
Gli studenti del Masterclass del festival e il pubblico pordenonese potranno godere anche dell’esperienza di alcuni maestri di teatro internazionali. Fino all’11 ottobre, mattino e pomeriggio, a Pordenone nella sede della Scuola Sperimentale dell'Attore si terrà 'L’arte della trasformazione', Masterclass con Natalie Yalon del Michael Chekhov Studio di Bruxelles. La stessa attrice l’11 ottobre alle 21 nell’ex Chiesa di San Francesco terrà 'La gioia del corpo energetico', lezione interattiva e introduzione alla tecnica di Michael Chekhov.

Il 12 ottobre
Giovedì 12 ottobre alle 21 sempre all’ex Chiesa di San Francesco spettacolo 'Identitats' dell’altro maestro, il catalano Carles Cañellas della Compagnia Rocamora Teatre. Coreografia di Susanna Rodríguez, musica elettronica di InnoDB e Video arte di Giacomo Verde. Carles Cañellas e Susanna Rodríguez al Masterclass da venerdì 13 a lunedì 16 ottobre, mattino e pomeriggio, alla Scuola Sperimentale dell'Attore terranno le lezioni su 'Maestra marionetta'. Sempre per il Masterclass giovedì 12 ottobre, mattino e pomeriggio, a Pordenone nella sede di Porto Arlecchino, lezione 'La maschera in cuoio e i suoi segreti' di Claudia Contin Arlecchino.

La guerra del poeta
Lunedì, martedì 10 e mercoledì 11 ottobre alle 19 alle Scuole Elementari A. Gabelli. Le poesie di Giuseppe Ungaretti in trincea con Claudia Contin Arlecchino, montaggio e regia di Ferruccio Merisi. Biglietto speciale euro 6, prenotazione obbligatoria.
«La poesia è un pensiero amorevole, lanciato verso l’altro per indurlo ad essere più umano» così in guerra. Lanciare istanze di umanità mentre si deve obbedire alla disumanità. Ci si può immaginare con quale sofferenza... Nelle trincee opposte, da qualche parte, c’era un soldato austriaco che si chiamava Egon Schiele. Anche lui a modo suo dipingeva desideri di umanità. Le tensioni nervose e spasmodiche dei suoi ritratti assomigliano sorprendentemente a quelle che Ungaretti si portò dietro per tutta le vita, quando leggeva le proprie poesie «di trincea» o rispondeva a qualche intervista in proposito. Questo spettacolo rivive e ascolta quelle tensioni…
Claudia Contin Arlecchino in questo recital dà spazio alle sue corde e alle sue competenze meno comunemente considerate come 'arlecchinesche'. Eppure la sua lunga ricerca è estremamente coerente: comica o tragica a seconda dei linguaggi, ciò che la rende 'd’Arte' è proprio la maestria nel dipingere, o meglio nello scolpire, il materiale corpo/voce secondo tensioni di 'amorevole' necessità.

 

La gioia del corpo energetico
Mercoledì 11 ottobre alle 21 nella Chiesa Ex Convento San Francesco. Introduzione alla tecnica di Michael Chekhov, lezione aperta interattiva con Natalie Yalon.
Natalie Yalon, docente del Capitolo III° dell’IperMasterclass 2017 con 'L’Arte della Trasformazione', non presenta al pubblico un suo spettacolo, ma una avvincente lezione aperta di tipo interattivo, con la libera partecipazione anche degli spettatori che ne manifestino il gradimento. Sulla base di giochi elementari, verrà sperimentato lo sviluppo del movimento esteriore del corpo per creare una vita interiore. A partire dagli impulsi e dalle sensazioni come porta d’accesso alle emozioni verrà ricercata la presenza organica e sincera di tutto l’essere, attraverso lo strumento dell’immaginazione.
Attrice, regista e pedagoga riconosciuta di grande qualità e talento, specializzata in regia teatrale al GITIS di Mosca, all’instituto Vakhtanghov e alla scuola di Anatoli Vassiliev in Russia, Natalie Yalon ha seguito una formazione intensiva al Michael Chekhov Acting Studio di New York, arrivando poi a dirigere lo Studio Michael Chekhov di Bruxelles. Tiene numerosi stage in Francia, Stati Uniti e Italia, ottenendo sempre dai partecipanti il massimo del gradimento.

Identitats
Giovedì 12 ottobre alle 21 nella Chiesa Ex Convento San Francesco con la Compagnia Rocamora Teatre. Di e con Carles Cañellas, coreografia di Susanna Rodríguez, musica elettronica di InnoDB, video-arte di Giacomo Verde.
Premio alla Miglior Opera Drammatica nel Nanchong International Puppet Art Week Festival 2017, arriva dalla Catalogna questa meraviglia fatta da un uomo e da una marionetta, immersi in un contesto astratto e contemporaneo, con musica elettronica e ambientazione video-art. La marionetta, guidata da ben 27 fili, si produce in una sorta di teatro danza di incredibile forza espressiva, con movimenti coreografici raffinatissimi e virtuosi, e - cambiando sei volte la maschera e il carattere - vola, gode, si arrabbia, maltratta il suo dio e poi si spegne... Come tutti noi…
Con i suoi quarant’anni di carriera Carles Cañellas è considerato dalla critica internazionale uno dei migliori e più capaci marionettisti dello stile europeo. Con Rocamora Teatro, la Compagnia da lui fondata nel 1982, ha partecipato fino ad ora a quasi 300 festival teatrali, in 22 diversi paesi e in 4 continenti. La complessità tecnica delle sue creazioni è pari all’alto livello di emozioni che procura al pubblico di tutte le età, con una spiccata e seduttiva capacità di far presa sul pubblico adulto.