23 novembre 2017
Aggiornato 17:30
L'8 novembre 2017

Omicidio di Pordenone: ergastolo per Ruotolo

La Corte d’assise di Udine, dopo circa 49 ore di camera di consiglio, ha dichiarato il 28enne di Somma Vesuviana colpevole dell’omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone

Omicidio di Pordenone: ergastolo per Ruotolo (© Facebook)

UDINE - La Corte d’assise di Udine, dopo circa 49 ore di camera di consiglio, ha dichiarato Giosuè Ruotolo colpevole dell’omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone, uccisi a colpi di pistola nella sera del 17 marzo 2015 nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone. Il 28enne, originario di Somma Vesuviana, è stato condannato all’ergastolo. Per lui anche due anni di isolamento diurno.

Il 20 ottobre scorso il pm Pier Umberto Vallerin aveva chiesto per Ruotolo l'ergastolo e due anni di isolamento diurno. Ruotolo - difeso dagli avvocati Roberto Rigoni Stern e Giuseppe Esposito - si era sempre proclamato innocente. Ruotolo ha ascoltato il verdetto con gli occhi bassi al fianco dei suoi avvocati. Alle sue spalle il papà e il fratello. In aula c'erano anche i familiari delle vittime, i genitori e i fratelli del militare di Adelfia (Bari), Trifone Ragone, e la mamma, il papà e un fratello di Teresa Costanza, l'assicuratrice milanese di origini siciliane.