23 novembre 2017
Aggiornato 17:30
SABATO 18 NOVEMBRE

"Christian Music For Peace": si apre il percorso del Festival Internazionale di Musica Sacra

Percorso dedicato alle esperienze musicali interetniche con il coinvolgimento di immigrati nel territorio. Concerti per incontrare i gruppi migranti della città. Tutti i concerti sono proposti con ingresso libero

L'organista Elizabeth Zawadke al Festival di Musica Sacra (© Elizabeth Zawadke)

PORDENONE – Entrato nel vivo con la 'due giorni' sulle Vie della Pace, prosegue con nuovi percorsi e appuntamenti il Festival Internazionale di Musica Sacra, promosso da PeC, Presenza e Cultura con il Centro Iniziative Culturali di Pordenone e con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, per la direzione artistica di Franco Calabretto e di Eddi De Nadai. Sabato 18 novembre, alle 20.30, si apre nella Casa di Accoglienza della Madonna Pellegrina di Pordenone il percorso dedicato alle esperienze musicali interetniche con il coinvolgimento di immigrati nel territorio: appuntamento con 'Christian music for Peace', il concerto proposto dal Gruppo Effata Franciscan Band con musica e canti sul filo rosso della Christian Music Americana, un genere che unisce le persone con l’obiettivo di toccare la sensibilità profonda degli ascoltatori.

Coinvolte le comunità straniere di Pordenone
I concerti vengono condotti da un frate che, con uno stile brillante e creativo, accompagna gli ascoltatori in un’esperienza che li vede parte attiva dello spettacolo. Venerdì 24 novembre il percorso vedrà di scena la Scuola Sperimentale dell’Attore - L’Arlecchino Errante con 'Immigrant song' e domenica 10 dicembre riflettori sulle 'Live sessions' di musicisti a carattere interetnico, per favorire l’incontro, la reciproca conoscenza, lo scambio di esperienze. Saranno coinvolte le comunità straniere a Pordenone, in particolare, ghanesi, magrebini, rumeni, albanesi. Domenica 19 novembre, a Sacile alle 16.30, il sipario si alzerà, nel Duomo di San Nicolò Vescovo Sacile, sul ‘recital’ dell’organista Elisabeth Zawadke, solista fra i più noti in Europa per il suo strumento. In programma musiche di J. S. Bach, F. Mendelssohn, O. Respighi, M. E. Bossi, G. Tailleferre. Elisabeth Zawadke è docente nella prestigiosa Accademia di Lucerna, il suo concerto riporta nel palinsesto del Festival di Musica Sacra il recital organistico che mancava da qualche edizione. Lo strumento utilizzato sarà il 'Mascioni' inaugurato nel 1964 alla presenza del Cardinale Albino Luciani, che poi divenne Papa Giovanni Paolo I. Il programma spazia attraverso alcuni capolavori dell’immenso repertorio, con focus sul tema del 'notturno'. I concerti sono proposti con ingresso libero. Sostengono e collaborano al Festival internazionale di Musica Sacra la Fondazione Friuli, Bcc Pordenonese, la Diocesi Concordia Pordenone, la Fondazione Buon Samaritano, il Comune di Pordenone.