16 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
sostegni economici

Scuole, dal Comune oltre 45 mila euro per attrezzature didattiche e sostegno all’handicap

Dopo i numerosi cantieri estivi, in queste settimane sono molti altri i lavori in corso, di imminente avvio o ultimati. Molti di questi interventi riguardano la sistemazione delle aree esterne e dei cortili (recinzioni, giochi, panchine, siepi, ecc.)

Scuole, dal Comune oltre 45 mila euro per attrezzature didattiche e sostegno all’handicap (© Comune di Pordenone)

PORDENONE - La giunta comunale, su proposta del sindaco Alessandro Ciriani e del consigliere delegato all’istruzione Alessandro Basso, ha assegnato sostegni economici per 45.650 euro alle scuole cittadine di propria competenza (infanzia, elementari e medie), comprendenti quattro istituti comprensivi statali e due paritari. Gli aiuti sono assegnati per l’anno scolastico in corso e danno attuazione agli interventi comunali in materia di diritti allo studio e assistenza scolastica.

Contributi
In dettaglio, 39.650 euro finanziano i servizi mensa e l’acquisto di cancelleria e attrezzature didattiche a uso collettivo e per il sostegno degli alunni con handicap; gli altri 6 mila euro sono un contributo straordinario per interventi ad hoc per gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (come per esempio la dislessia) e bisogni educativi speciali. Il primo contributo è distribuito sulla base del numero di alunni complessivi e della presenza di portatori di handicap. Il secondo è ripartito tra le scuole proporzionalmente al numero di alunni certificati che hanno bisogno di supporto. Questi aiuti straordinari, peraltro, vanno incontro a richieste specifiche dei dirigenti scolastici circa la crescente complessità a gestire efficacemente la notevole presenza di studenti con difficoltà nelle scuole primarie e secondari di primo grado. «Anche quest’anno, come nel 2016, eroghiamo questi fondi all’avvio dell’anno scolastico - commentano Ciriani e Basso - una buona pratica che da molti anni non si verificava e che si deve alla capacità di predisporre bene e per tempo il bilancio e all’attenzione nel prevedere subito le risorse per le scuole. A breve arriveranno anche i sostegni per l’offerta formativa. A ciò si uniscono le risorse e l’impulso dato ai cantieri - assieme all’assessore ai lavori pubblici Walter De Bortoli - per riqualificare gli edifici scolastici, un settore che presenta criticità e che continueremo ad affrontare passo dopo passo nel corso del mandato».

Cantieri
Dopo i numerosi cantieri estivi, in queste settimane sono molti altri i lavori in corso, di imminente avvio o ultimati. Molti di questi interventi riguardano la sistemazione delle aree esterne e dei cortili (recinzioni, giochi, panchine, siepi, ecc.) delle scuole materne di Vallenoncello, viale Libertà, via Beata Domicilla e via Ada Negri. Terminata alla scuola media Lozer l’impermeabilizzazione della copertura di uno dei blocchi dell’edificio, mentre sono iniziate le tinteggiature esterne alla scuola dell’infanzia di via Cappuccini dove, a fine novembre, comincerà anche la sostituzione dei serramenti. Avviata inoltre la procedura d’appalto per sostituire i serramenti anche della scuola media Pasolini (primo lotto). In programma pure, durante le feste natalizie, il rifacimento di parte della pavimentazione della scuola di infanzia di via Fiamme Gialle. «In un anno e mezzo – informano Ciriani e Basso - abbiamo già stanziato per manutenzioni e arredi scolastici 1.787.633 mila euro, di cui una parte impiegati appunto per questi lavori, e molti altri ne stanzieremo». Nello specifico, tra interventi effettuati in estate e questo autunno, il Comune ha già avviato lavori di riqualificazione delle scuole per 740 mila euro.