Politica | Istruzione

Panariti, Regione entra nel Consorzio Scuola Mosaicisti

La quota di partecipazione per aderire all'istituto spilimberghese è pari a 45 mila 600 euro

Panariti, Regione entra nel Consorzio Scuola Mosaicisti
Panariti, Regione entra nel Consorzio Scuola Mosaicisti (Foto Arc Montenero)

SPILIMBERGO - La Regione entrerà a far parte del Consorzio per la Scuola mosaicisti le Friuli con un quota di partecipazione pari a 45 mila 600 euro. Lo ha deciso la giunta regionale, su proposta dell'assessore alla formazione Loredana Panariti, dando parere favorevole all'approvazione di uno schema di convenzione per aderire all'istituto spilimberghese. Inoltre verranno sostenute annualmente, per un pari importo, le spese di funzionamento della scuola.

La decisione di operare in questo senso prende le mosse dalla legge regionale n.37 approvata lo scorso mese di novembre riguardante le disposizioni urgenti in materia di programmazione e contabilità. In particolare in uno degli articoli, la norma prevede che l'amministrazione regionale - allo scopo di garantire la conservazione di una tradizione artistica unica nel suo genere - riconosce l'importanza nel settore della cultura musiva del Consorzio per la Scuola Mosaicisti del Friuli, con sede a Spilimbergo, quale struttura per lo svolgimento dell'attività didattica, promozionale e produttiva per lo sviluppo e la conservazione nel settore musivo.
Dopo il via libera della giunta, la Regione dovrà ora firmare, insieme al Consorzio, la convenzione che la vedrà entrare a far parte della compagine sociale con una quota del valore complessivo di 45 mila 600 euro. Quest'ultima è pari a quella detenuta in precedenza dalla Provincia di Udine, ente quest'ultimo che ha disposto il recesso dal Consorzio senza trasferire le relative quote alla Regione. A ciò si aggiunge anche un'altra posta, di 45 mila 600 euro annui, che verrà riconosciuta - come da statuto - dalla Regione alla Scuola per il suo funzionamento.