20 agosto 2018
Aggiornato 13:00

Magredi musica 2017: in arrivo il gran finale

Ultimo fine settimana per la rassegna #magredimusica: venerdì alle 21 'Buon Natale anche a te Lucio Dalla' con Iskra Menarini, sabato 25 novembre 'Ambient'arti, che spettacolo di scienza' e domenica 26 novembre 'Copertine come quadri' con Lanfranco Malaguti
Magredi musica 2017: in arrivo il gran finale
Magredi musica 2017: in arrivo il gran finale (Magredi musica 2017)

CORDENONS - Ultimo fine settimana per la rassegna #magredimusica, il festival che esprime le ricchezze culturali e naturalistiche del territorio di Cordenons, realizzato dall’omonima associazione grazie a Comune di Cordenons, Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, Coop Alleanza 3.0, Friulovest Banca, Baldissar e Tc impiant​i​. E ancora una volta le proposte sono varie e originali. Venerdì 24 novembre alle 21 all’Aldo Moro, un concerto dal sapore natalizio, omaggio a Lucio Dalla, appassionato collezionatore di presepi che ogni anno allestiva nella sua casa nel mese di dicembre. A dare vita al concerto 'Buon Natale anche a te, Lucio Dalla', sarà la straordinaria voce di Iskra Menarini, che lo ha affiancato sul palco per oltre 25 anni nei concerti, nei dischi e nei video (tra cui il celebre Attenti al lupo).

Le più belle canzoni popolari accompagnate dall'Antoniano dei Piccoli
In programma le più belle canzoni popolari (Silent Night, Bianco Natale) ma anche quelle dimenticate dando spazio anche ai brani di Dalla che più si adattano all’atmosfera natalizia e ad altri brani meno usuali ripresi dal repertorio di Iskra e non solo. Con lei sul palco ci saranno Thomas Romano, chitarra, Luca Modena, batteria, Francesco Guerra, voce, chitarra acustica, Pier Mingotti, basso, Vincenzo Mure, piano, tastiere. E' prevista anche la partecipazione dell'Antoniano dei Piccoli, diretto da Monica Malachin. Iskra Menarini, a 18 anni e un diploma di perita agraria in tasca, incontra Andrea Mingardi e comincia la sua carriera. Per 10 anni collabora con i Tombstones cantando un repertorio rock. Dopo il debutto al Piper,canta nell'opera rock Giulio Cesare scritta da Jimmy Villotti e si avvicina al jazz, più sperimentale, al soul e blues. Alla collaborazione con Dalla, affianca quella con Gianni Morandi e vanta collaborazioni con Zucchero, Antonacci, Carboni, Mingardi, Ron, Patti Bravo, Pasquale Panella e con i Maestri Renato Serio, Peppe Vessicchio, Beppe D'Onghia, Roberto Costa e Samuele Bersani. Parallelamente svolge attività come cantante solista. Ha collaborato come insegnate di canto anche con Amci di Maria De Filippi.

La scienza diventa spettacolo tra atomi, particelle e sogni
Sabato 25 novembre, sempre alle 21 all'Aldo Moro, la scienza diventa spettacolo tra atomi, particelle e sogni con Ambient'arti, progetto dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Friuli Venezia Giulia. La musica s’intreccia alla poesia e questa alla narrazione, in un gioco di specchi e rimandi di senso del pensiero scientifico, per misurarsi con la complessità della scienza e dell’ambiente. Uno spettacolo fuori dalle sedi accademiche, dai laboratori, per conferire a una realtà che si muove tra il visibile e l’invisibile un tocco di leggerezza popolare. La regia è di Elvio Scruzzi.

Chiusura multidisciplinare tra musica e grafica
Domenica 26 novembre nella sala consiliare del Comune (centro culturale Aldo Moro) chiusura multidisciplinare tra musica e grafica, con Copertine come quadri, che omaggia l'arte grafica delle copertine dei vinili, la cui storia diventa un viaggio (mystery magical tour, parafrasando il titolo dall’Ep dei Beatles del 1967, colonna sonora dell’omonimo film) attraverso il tempo, le mode e le ideologie. Alle 16 verrà inaugurata la mostra di copertine d'epoca selezionate per l’occasione da Renato Portolan, collezionista e restauratore pordenonese di opere d’arte (e di copertine), che saranno esposte nell’arco di tutto il pomeriggio, assieme a una bibliografia specifica del settore. Alle 17 comincerà l'evento con Isabella Reale, storica dell’arte già conservatrice della Galleria d’Arte Moderna di Udine e della Galleria Armando Pizzinato di Pordenone a illustrare i contenuti storico - artistici, attraverso immagini integrative video proiettate. A Lanfranco Malaguti, uno dei più quotati chitarristi jazz italiani, il piacere di interloquire attraverso pennellate musicali pertinenti le opere musicali che le copertine sottintendono, in un crescendo compositivo non sempre prevedibile. Gradito ospite sarà Ul De Rico, pittore, scenografo e traduttore di emozioni (al secolo Ulderico Conte Gropplero di Troppenburg, erede anche del casato dei Maniago) che parlerà delle sue opere diventate copertine, per una serie di vinili new age della Deutsche Grammophon.