23 settembre 2018
Aggiornato 20:30

Santoro, Sacile-Gemona farà attenzione agli orari della scuola

Il riavvio dei servizi sulla tratta Sacile-Maniago è prevista a partire dal prossimo 11 dicembre ed inaugura un percorso che porterà ad una piena operatività ed attrattività dell'intera linea con servizi turistici dedicati, servizi automobilistici in connessione con gli itinerari ciclabili e i punti di maggior interesse
Santoro, Sacile-Gemona farà attenzione agli orari della scuola
Santoro, Sacile-Gemona farà attenzione agli orari della scuola (Regione Friuli Venezia Giulia)

PORDENONE - «La ripresa dei servizi ferroviari sulla tratta Sacile-Maniago riserva massima attenzione agli orari scolastici e tiene conto delle esigenze di mobilità sia degli istituti che del sistema del trasporto pubblico locale». Lo ha assicurato l'assessore al Territorio del Friuli Venezia Giulia, Mariagrazia Santoro, rispondendo in Consiglio regionale all'interrogazione del consigliere Cristian Sergo (M5S) sulla riapertura della ferrovia Sacile-Gemona.

Il riavvio dei servizi sulla tratta Sacile-Maniago è prevista a partire dal prossimo 11 dicembre ed inaugura, come ha evidenziato Santoro, «un percorso che tra il 2018 e il 2019 porterà la Sacile-Gemona ad una piena operatività ed attrattività dell'intera linea con l'attivazione, in aggiunta ai servizi che partiranno quest'anno, di servizi turistici dedicati, di serviziautomobilistici in connessione con gli itinerari ciclabili e i punti di maggior interesse e, per finire, con la realizzazione del collegamento completo da Sacile a Gemona. La linea sarà inoltre interessata da miglioramenti impiantistici e delle stazioni ferroviarie».
«I servizi ferroviari e quelli automobilistici sono stati per la prima volta messi in connessione», ha rimarcato Santoro, ricordando che «nel progetto di orario è stata posta la massima attenzione alle scuole del territorio per migliorare l'attrattività della linea».

Grazie al lavoro congiunto tra strutture regionali, Trenitalia e Rete ferroviaria italiana (Rfi), risultano collegati efficacemente i principali poli scolastici di Sacile e di Maniago e sono resi possibili nuovi o più efficaci collegamenti con altre strutture formative quali lo Ial di Aviano, l'Istituto agrario di Spilimbergo e la scuola di Stevenà di Caneva. Secondo Santoro, «sono state soddisfatte le esigenze puntuali degli studenti prevedendo corse dedicate con orari coordinati rispetto all'inizio delle lezioni». Le altre corse sono state inserite in un cadenzamento tale da realizzare buone coincidenze sia verso Venezia (5' di interscambio), sia verso Pordenone-Udine (12' di interscambio).

Anche i collegamenti con le vallate sono stati migliorati e, dall'11 dicembre, saranno possibili numerosi collegamenti in coincidenza tra i servizi di vallata e quelli che si sviluppano sulla direttrice Pinzano al Tagliamento-Maniago-Sacile. «A ciò - ha ricordato ancora Santoro - va aggiunto l'avvio di una sperimentazione sul sistema tariffario che consentirà, con un unico titolo di viaggio, di partire da una vallata e proseguire lungo tale direttrice». Santoro ha poi annunciato un ulteriore potenziamento e miglioramento dal dicembre 2018, con l'avvio dei servizi ferroviari lungo tutta la linea da Sacile a Gemona, per la quale è in via di definizione una prima ipotesi di orario. Per l'assessore, il riconoscimento nazionale ottenuto con l'inclusione nell'elenco delle ferrovie turistiche e la connotazione di linea ferroviaria su cui coesisteranno servizi con valenza turistica e servizi di linea, fanno della Sacile-Gemona «una concreta possibilità di volano per uno sviluppo del territorio in chiave turistica. Non è mai venuta meno e non verrà meno per il futuro la disponibilità all'ascolto verso tutti coloro che vorranno, in termini positivi, contribuire alla realizzazione di questo progetto», ha concluso Santoro.