20 agosto 2018
Aggiornato 13:00

Santoro, 240 mila euro per tre stazioni nel Pordenonese

Si tratta di risorse che la Regione ha inteso mettere a disposizione per la realizzazione di interventi su aree e immobili di proprietà di Rete ferroviaria italiana. Previsti miglioramenti qualitativi e una maggiore attrattività nelle stazioni ferroviarie con una frequentazione inferiore a 500 viaggiatori al giorno
Santoro, 240 mila euro per tre stazioni nel Pordenonese
Santoro, 240 mila euro per tre stazioni nel Pordenonese (Regione Friuli Venezia Giulia)

PORDENONE - Ammonta a 240 mila euro la prenotazione di risorse che la Giunta regionale, su proposta dell'assessore al Territorio, Mariagrazia Santoro, ha disposto per finanziare le domande pervenute a valere sulla legge regionale 6/2013 che prevede investimenti per promuovere miglioramenti qualitativi e una maggiore attrattività nelle stazioni ferroviarie con una frequentazione inferiore a 500 viaggiatori al giorno. Alla scadenza dei termini del bando per le cosiddette stazioni minori hanno presentato domanda i Comuni di Maniago, Meduno e Montereale Valcellina.

Si tratta di risorse che la Regione ha inteso mettere a disposizione per la realizzazione di interventi su aree e immobili di proprietà di Rete ferroviaria italiana che, mediante convenzioni con gli Enti locali, consentiranno di ottimizzare l'uso degli spazi non più utilizzati da Rfi. La spesa massima ammissibile a finanziamento su ogni stazione è pari a 80 mila euro e gli interventi riguardano il miglioramento all'accessibilità agli spazi, la riqualificazione funzionale dei fabbricati e delle aree di stazione per un loro utilizzo per finalità sociali, il miglioramento degli spazi di attesa interni ed esterni, delle strutture informative ai viaggiatori, dell'intermodalità e dell'accessibilità bici-treno. «Continua - commenta Santoro - il sostegno della Regione nel recupero del prezioso patrimonio immobiliare delle piccole stazioni che in questo modo possono tornare spazi a disposizione della comunità e supportare progetti importanti, come la riattivazione della linea ferroviaria Sacile-Gemona fortemente voluta dal territorio e dalla Regione».

Nel 2017 la Regione ha già stanziato 160 mila euro per le stazioni di Basiliano e Pinzano, mentre nel 2016 erano stati messi a disposizione 430 mila euro per la riqualificazione delle stazioni di Tarvisio, Gemona del Friuli, San Vito al Tagliamento, Cavasso Nuovo e Pontebba.