16 dicembre 2017
Aggiornato 21:30
disposto il divieto di avvicinamento

Il ricatto dell'amante: «se mi lasci pubblico i nostri video hard»

Lei aveva deciso di troncare la loro storia sentimentale extraconiugale e lui, l’amante, non voleva saperne di lasciarla andare via

Il ricatto dell'amante: «se mi lasci pubblico i nostri video hard» (© Shutterstock.com)

PORDENONE - Un imprenditore pordenonese di 45 anni è stato denunciato per atti persecutori, maltrattamenti in famiglia, estorsione e porto ingiustificato di strumenti atti a offendere. A chiamare le forze dell'ordine, lo scorso 19 novembre, e impugnare la decisione la donna con cui lo stesso aveva avuto una relazione extraconiugale in questi ultimi anni. Come anticipato da Il Gazzettino dopo la decisione di interrompere la loro storia sentimentale l'uomo aveva iniziato a minacciare e tormentare l'ex compagna: se non fosse tornata con lui avrebbe diffuso video e foto hard che li ritraevano durante i loro momenti più intimi. Queste intimidazioni andavano avanti dal dicembre 2016.

I provvedimenti
Durante una perquisizione eseguita a casa dell'uomo i carabinieri hanno trovato numerosi computer e telefoni cellulari risultati molto utili per le indagini. Tutto è stato posto sotto sequestro. Il Gip del Tribunale di Pordenone ha disposto l'ordinanza dell'applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento: deve stare almeno a un chilometro di distanza dalla casa di lei, dal luogo dove lavora e in generale dagli spazi che frequenta. Se non rispetta l'ordinanza, il Gip può decidere di aggravare la misura cautelare; può farlo anche se l'uomo tenterà di nuovo di mettersi in contatto con la ex o infastidirla in qualunque modo.