18 giugno 2018
Aggiornato 07:30
Politica | Artigianato

Bolzonello, tagliati i tempi di erogazione dei contributi

Dal 2013 ad oggi i contributi erogati sono passati da 1 milione 500 mila euro a 5 milioni di euro, i tempi medi da 40,93 a 32 giorni

Bolzonello, tagliati i tempi di erogazione dei contributi ( Foto Arc Savi)

CASARSA DELLA DELIZIA - «Dal 2013 ad oggi abbiamo quintuplicato i contributi alle imprese artigiane e tagliato i tempi di erogazione, tanto che oggi il Friuli Venezia Giulia si pone ai vertici nazionali». Lo ha affermato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, intervenendo all'assemblea dei delegati comunali dell'Unione artigiani di Pordenone di Confartigianato Imprese 'L'Artigiano scommette su una politica a misura d'impresa'.

Bolzonello ha messo in evidenza come dal 2013 ad oggi i contributi erogati alle imprese artigiane siano passati da 1 milione 500 mila euro a 5 milioni di euro, che «sono arrivati direttamente alle imprese, grazie alla decisione di erogare i fondi attraverso il Centro Assistenza Tecnica alle Imprese Artigiane (Cata)».
Quanto ai tempi di erogazione dei contributi «lavorando assieme ed in sinergia con il Cata, siamo riusciti a portare i tempi a 40,93 giorni di media nel 2016 e scendere addirittura a 32 giorni nel 2017» con un risultato che per Bolzonello «colloca la nostra regione ai primi posti a livello nazionale».
Anche sul fronte dei fondi europei del Por Fesr, i tempi dalla domanda alla graduatoria sono passati dagli 8 mesi del 2013 ai 5 mesi di quest'anno.

Inoltre, ha ricordato ancora il vicepresidente, sono state graduate e rese più coerenti con gli obiettivi di sviluppo le casistiche sui vincoli di destinazione imposti ai soggetti beneficiari di incentivi, con vincoli meno lunghi per le Pmi. «Continueremo in questo impegno contro la sburocratizzazione» ha confermato ancora Bolzonello, annunciando che nella legge di stabilità, che sarà discussa in Consiglio regionale, verrà delegata al Cata la gestione di un nuovo canale contributivo per l'ammodernamento tecnologico, finalizzato all'incremento della competitività e dell'innovazione tecnologica delle Pmi artigiane, attraverso la concessione di contributi per l'acquisto di beni mobili materiali o immateriali tecnologicamente avanzati. «Continueremo a dare risposte alle nostre imprese, per sostenere la ripresa che ormai da due anni nella nostra regione è un dato di fatto» ha concluso Bolzonello.

Il presidente di Confartigianto regionale, Graziano Tilatti, ha riconosciuto l'impegno della Regione nell'agevolare lo sviluppo del mondo artigiano, auspicando però nuove politiche a livello nazionale ed europeo per favorire l'occupazione di settore e lo snellimento della burocrazia.
L'assemblea si è conclusa con la consegna dei riconoscimenti per i 40 e 50 anni di attività artigiana e con l'attribuzione del premio 'Maurizio Lucchetta' assegnato a Domenico Francescon di Cavasso Nuovo, per rappresentare l'artigianato locale in Italia e all'estero con la birra artigianale 'Meni'.
Erano presenti, tra gli altri, Silvano Pascolo, presidente della Confartigianato Pordenone, Giovanni Pavan, presidente della Camera di commercio, e il sindaco di Casarsa della Delizia, Lavinia Clarotto.