Sport | Calcio

Il Pordenone esce a testa alta da San Siro

In alcuni frangenti, la squadra di mister Colucci si è fatta addirittura preferire, per rigore tattico e sicurezza mostrata sul campo del Meazza

Il Pordenone esce a testa alta da San Siro
Il Pordenone esce a testa alta da San Siro (ANSA)

PORDENONE - La notizia non è tanto che l'Inter si è qualificata per i Quarti di Coppa Italia, ma che il Pordenone, squadra che milita in Lega Pro, è riuscito a 'tenere' per 120 minuti la capolista della serie A senza subire reti. Anzi, in alcuni frangenti, la squadra di mister Colucci si è fatta addirittura preferire, per rigore tattico e sicurezza mostrata sul campo del Meazza. 

Resta il rammarico per un palo colpito dai ramarri, che però possono tornare in Friuli a testa alta, tra gli applausi di tutti gli sportivi italiani. Il Pordenone esce solo ai calci di rigore, battuti 5 a 4. Decisivi l'errore di Parodi e la successiva realizzazione di Nagatomo che vale la qualificazione per i nerazzurri. Ai quarti di finale l'Inter affronterà la vincente di Milan-Verona.

Da martedì sera tutta l'Italia del calcio, conosce i 'campioncini' del Pordenone, la cui grinta e determinazione sono andate in diretta su Rai Due: Perrilli, Berrettoni, Burrai, Nunzella e Misuraca per citarne solo alcuni. L'orgoglio dei 4 mila tifosi del Pordenone che hanno seguito la squadra a Milano, rincasando all'alba: stanchi ma soddisfatti per l'impresa sfiorata di un soffio. Po po po Pordenone!