26 settembre 2018
Aggiornato 12:30

Piancavallo nella morsa del gelo, Soccorso Alpino all'opera per liberare gli impianti

Il Cnsas di Pordenone è stato attivato intorno alle 12 a causa della galaverna che ha provocato formazioni di ghiaccio sulle carrucole
Piancavallo nella morsa del gelo, Soccorso Alpino all'opera per liberare gli impianti
Piancavallo nella morsa del gelo, Soccorso Alpino all'opera per liberare gli impianti (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico)

PIANCAVALLO - Il Soccorso Alpino di Pordenone è stato attivato intorno alle 12 dalla direzione del polo sciistico di Piancavallo per intervenire su tre degli impianti del comprensorio rimasti bloccati a causa della galaverna. Quest'ultima si è creata a seguito delle nevicate e della bufera di neve che ha provocato formazioni di ghiaccio sulle carrucole, impedendone lo scorrimento e di conseguenza l'apertura. I tecnici del Soccorso Alpino, undici uomini della stazione di Pordenone e quattro della stazione di Maniago, si sono attivati in particolare nei punti piu pericolosi e ripidi degli impianti facendo a loro volta assistenza ai tecnici degli impianti già sul posto. I tecnici del Cnsas si calano con le corde lungo i sentieri di evacuazione e risalgono i pali di sostegno lungo le scalette per raggiungere le carrucole e rompere mediante martelli e altri strumenti il ghiaccio che le blocca. L'intervento andrà avanti fino al sopraggiungere del buio.