17 gennaio 2018
Aggiornato 04:00
comprensorio bloccato da neve e ghiaccio

Piancavallo nella morsa del gelo, Soccorso Alpino all'opera per liberare gli impianti

Il Cnsas di Pordenone è stato attivato intorno alle 12 a causa della galaverna che ha provocato formazioni di ghiaccio sulle carrucole

Piancavallo nella morsa del gelo, Soccorso Alpino all'opera per liberare gli impianti (© Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico)

PIANCAVALLO - Il Soccorso Alpino di Pordenone è stato attivato intorno alle 12 dalla direzione del polo sciistico di Piancavallo per intervenire su tre degli impianti del comprensorio rimasti bloccati a causa della galaverna. Quest'ultima si è creata a seguito delle nevicate e della bufera di neve che ha provocato formazioni di ghiaccio sulle carrucole, impedendone lo scorrimento e di conseguenza l'apertura. I tecnici del Soccorso Alpino, undici uomini della stazione di Pordenone e quattro della stazione di Maniago, si sono attivati in particolare nei punti piu pericolosi e ripidi degli impianti facendo a loro volta assistenza ai tecnici degli impianti già sul posto. I tecnici del Cnsas si calano con le corde lungo i sentieri di evacuazione e risalgono i pali di sostegno lungo le scalette per raggiungere le carrucole e rompere mediante martelli e altri strumenti il ghiaccio che le blocca. L'intervento andrà avanti fino al sopraggiungere del buio.