17 ottobre 2018
Aggiornato 18:00

Maurizio De Biasio racconta il suo viaggio in moto lungo la mitica Pamir Road

Al Club Kristalia di Prata di Pordenone l'incontro col viaggiatore su due ruote dal titolo 'L'alta quota - Pamir Road'. Alberto Cancian condurrà l'incontro, a ingresso libero, nell'ambito degli appuntamenti targati #DIARIdiVIAGGIO – incontri con viaggiatori! organizzati da #Pordenoneviaggia
Maurizio De Biasio racconta il suo viaggio in moto lungo la mitica Pamir Road
Maurizio De Biasio racconta il suo viaggio in moto lungo la mitica Pamir Road (Maurizio De Biasio)

PRATA DI PORDENONE – #Pordenoneviaggia inaugura il nuovo anno di incontri con gli avventurieri del nostro tempo in programma al Club Kristalia mercoledì 24 gennaio alle 21 con un ospite d'eccezione: il centauro Maurizio De Biasio che al pubblico del Club di Prata di Pordenone proporrà con parole e immagini il resoconto di uno dei suoi viaggi più appassionanti in sella alla sua Guzzi nel corso dell'incontro 'L'alta quota – Pamir Road'.

Un viaggio 'leggendario'
Si tratta del suo viaggio lungo la leggendaria Strada del Pamir che attraversa l'altopiano omonimo toccando Afghanistan, Uzbekistan, Tagikistan e Kirghizistan. Seconda strada internazionale più alta del mondo, dopo quella del Karakorum, la Strada del Pamir è una vera e propria sfida per chi la percorre e il suo fascino lo deve anche e soprattutto alla sua storia millenaria, essendo parte della più celebre Via della seta.
A dialogare con Maurizio De Biasio, viaggiatore che vanta un curriculum da centinaia di migliaia di chilometri a bordo di una moto e lungo tutte le direttrici del pianeta, ci sarà Alberto Cancian. Per partecipare all'incontro, a ingresso libero, si suggerisce di prenotare scrivendo a info@clubkristalia.it o chiamando 331 6508510. L'ingresso è garantito fino a esaurimento dei posti disponibili.

Alta quota - Pamir Road 2017
«Parto alla volta del Tagikistan il 25 di Luglio, con l’intento di essere di ritorno a casa per fine Agosto. Slovenia, Ungheria, Ucraina, Russia, Kazakistan, Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan e ancora, Kazakistan, Russia, Ucraina, Ungheria, Slovenia, sono le nazioni toccate per compiere questa nuova esperienza sulla Pamir Road, in Asia Centrale. La mitica «Pamir», parte da Dushanbe, capitale del Tagikistan ed arriva, seguendo la M1, ad Osh, città del Kirghizistan. Si snoda lungo l’omonimo altipiano salendo fino al passo a quota 4655 metri. Una qrande avventura, 37 giorni per 16000 chilometri in solitaria assieme al Piccolo Kawa, lungo le interminabili strade russe e kazache, con l’incognita degli sterrati della Pamir, degli improbabili asfalti, digli sconosciuti rifornimenti di benzina, dei possibili problemi di viaggiare a quote elevate, ma, con la certezza, di vivere ed ammirare dei luoghi fantastici, dei panorami mozzafiato e di scoprire ed incontrare nuove culture, nuove genti…ancora più a est» Maurizio De Biasio.