24 settembre 2018
Aggiornato 07:00

‘M’illumino di meno’, Pordenone conferma la sua adesione e spegne le luci

Un’occasione per ricordare alcuni comportamenti e suggerire stili di vita da adottare quotidianamente per contribuire alla limitazione del dispendio e del consumo di energia fonte di solo spreco
‘M’illumino di meno’, Pordenone conferma la sua adesione e spegne le luci
‘M’illumino di meno’, Pordenone conferma la sua adesione e spegne le luci (Diario di Pordenone)

PORDENONE - L’Amministrazione comunale di Pordenone aderisce alla manifestazione 'M’illumino di meno' promossa della trasmissione di Radio2 Caterpillar che invita, all’imbrunire di venerdì 23 febbraio, a spegnere le luci di edifici pubblici, privati e in casa che non sono proprio indispensabili. «Condividiamo e sosteniamo questa iniziativa - commenta l’assessore all’urbanistica Cristina Amirante - perché nella nostra azione amministrativa promuoviamo il risparmio energetico e l’utilizzo di energie e fonti rinnovabili».
«E’ un atto simbolico
– prosegue l’esponente della giunta presieduta dal sindaco Alessandro Ciriani – tuttavia significativo anche perché oltre a sensibilizzare la comunità ad attivarsi per evitare gli sprechi, questa edizione è dedicata anche al tema della bellezza del camminare e dell’andare a piedi, quindi con risvolti benefici per la salute».

Tema 2018: la bellezza del camminare e dell’andare a piedi
Il tema di quest’anno - la bellezza del camminare e dell’andare a piedi - è fortemente sostenuto dalla Amministrazione Ciriani che sta investendo in progetti educativi (il progetto pedibus), culturali (con iniziative di chiusura mirata della Rivierasca) nonché in una imponente operazione di riqualificazione di molte vie della città, sia del centro che dei quartieri a favore della mobilità a piedi, grazie alla creazione di nuove aree pedonali quali piazza della Motta e di molti percorsi pedonali quale via Piave, via Cappuccini, via Roma e di zone a bassa velocità sia nel quartiere di Torre che dell’Immacolata.
In città dunque dalle 17 alle 19.30 saranno spente le luci della Loggia del municipio, della Torre campanaria del Duomo e delle facciate del Museo civico di Palazzo Ricchieri e della Galleria H. Bertoia.

Le buone norme
'M’illumino di meno' sarà un’occasione anche per ricordare alcuni comportamenti e suggerire stili di vita da adottare quotidianamente per contribuire alla limitazione del dispendio e del consumo di energia fonte di solo spreco. Si consiglia quindi di non lasciare in stand-by gli apparecchi elettronici, di mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola, di sbrinare il frigo e di tenere pulita la serpentina con cadenza regolare e se fa troppo caldo in casa di abbassare i termosifoni e non aprire le finestre. Il risparmio energetico e di conseguenza anche economico si ottiene con altri accorgimenti come utilizzare idonei materiali per ridurre gli spifferi degli infissi, creare intercapedini con le tende davanti ai vetri, inserire pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni ma anche con un uso più razionale e ragionato dell’automobile.