24 settembre 2018
Aggiornato 07:30

Sexto'Nplugged 2018: ad aprire le danze la band scozzese Mogwai

Il 9 luglio la band nata a Glasgow torna in suolo italiano portando live quello che è stato definito dalla critica musicale l’album più coinvolgente di 22 anni di carriera
Sexto'Nplugged 2018: ad aprire le danze la band scozzese Mogwai
Sexto'Nplugged 2018: ad aprire le danze la band scozzese Mogwai (Mogwai)

SESTO AL REGHENA - I Mogwai, la storica band scozzese simbolo del post-rock mondiale, tornano in Italia per 3 incredibili appuntamenti, il 9 luglio a Sesto al Reghena all’interno di Sexto'Nplugged, il 10 luglio a Roma all’interno di Roma Summer Fest, e l’ 11 luglio a Pavia all’interno dell’Iride Fraschini Music Festival. Il gruppo nato a Glasgow torna in suolo italiano portando live quello che è stato definito dalla critica musicale l’album più coinvolgente che «Distilla 22 anni di carriera in 56 minuti concisi di eleganza, di inno trance-rock e trascendentale euforia».

LA BAND - Mogwai è una band nata a Glasgow nel 1995 e composta da Dominic Aitchison al basso, Stuart Braithwaite chitarre e voce, Martin Bulloch alla batteria e Barry Burns alle tastiere, computer e chitarra. Sono definiti 'i pionieri del post-rock' con ben 22 anni di carriera alle spalle e una produzione musicale di nove album in studio, tredici ep, due album di remix, due live album e quattro compilation. Lo scorso settembre hanno rilasciato 'Every Country’s Sun', il primo nuovo album studio dopo 'Rave Tapes' risalente al 2014 per poi annunciare il 'Mogwai World Tour' con date in Europa, Nord America e Inghilterra.
La band di Stuart Braithwaite fin dagli esordi con 'Young Team' ha sempre avuto un occhio di riguardo verso un sound avanguardista, tanto che, dopo 21 anni di attività, 8 album in studio, 2 album live e 4 colonne sonore, suona quasi riduttivo inquadrarli in un singolo genere, e più corretto consacrarli come una delle band più rappresentative della scena underground internazionale.
L’impegno sociale ha sempre visto protagonista la band di Glasgow, a partire dalla realizzazione della colonna sonora di 'Atomic', docufilm sul disastro nucleare a Hiroshima, poi divenuto un tour mondiale con date negli Stati Uniti, in Europa e nella stessa Hiroshima, per arrivare alla collaborazione con Trent Reznor nella realizzazione dell’Ost di 'Before the Flood', opera prima di Leonardo di Caprio sul riscaldamento globale.
Durante il tour di 'Atomic' i Mogwai hanno lavorato alla realizzazione del nono album, ‘Every Country’s Sun’, uscito nel 2017 e che ha subito riscosso i favori di critica e pubblico.

BIGLIETTI - I biglietti saranno disponibili in prevendita dalle 11 di mercoledì 28 febbraio per gli iscritti My Live Nation (http://www.livenation.it) e dalle 11 di giovedì 1 marzo su www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati. L'organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati. Prezzo biglietto: Posto Unico 25 euro + diritti di prevendita.