24 settembre 2018
Aggiornato 03:00

Belt and Road: un invito alle aziende pordenonesi alla fiera dell'mport-export a Shanghai

L'invito arriva dal Ministro consigliere della Repubblica popolare cinese in Italia Xu Xiaofeng in occasione di una visita compiuta alla zona industriale Ponterosso
Belt and Road: un invito alle aziende pordenonesi alla fiera dell'mport-export a Shanghai
Belt and Road: un invito alle aziende pordenonesi alla fiera dell'mport-export a Shanghai (Foto Arc Liberti)

SAN VITO AL TAGLIAMENTO - Con un invito rivolto alle aziende pordenonesi a partecipare ad una delle più importanti fiere dell'import-export in programma a Shangai si è conclusa a San Vito al Tagliamento la visita compiuta alla zona industriale Ponterosso dal Ministro consigliere della Repubblica popolare cinese in Italia Xu Xiaofeng.

La presenza del diplomatico in regione è legata al forum 'Belt and Road - Friuli Venezia Giulia Partner strategico per le relazioni economiche Europa-Cina' in corso di svolgimento a Trieste. L'evento è organizzato dall'amministrazione regionale con il Council for the promotion of international trade (Ccpit) e la China chamber of international commerce (Ccoic), i due enti governativi cinesi per la promozione del commercio e degli scambi internazionali, insieme alla Fondazione Italia Cina e alla Camera di commercio italo cinese, con il supporto dell'InCe (Iniziativa centro europea), dell'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico orientale e dell'Unido.

Duplici le ragioni per le quali Xu Xiaofeng si è recato da Trieste in visita a San Vito al Tagliamento; da un lato la volontà di approfondire le opportunità commerciali in questa zona produttiva del Friuli Venezia Giulia, dove già opera un'azienda - la Matermacc - acquistato di recente da un colosso asiatico e, dall'altro, quella di compiere una visita all'interno di questo stabilimento produttivo.
Accompagnato dal presidente del Consorzio Renato Mascherin, dal presidente del cluster regionale Fvg Meccanica Comet Sergio Barel, dal presidente di Unindustria Pordenone Michelangelo Agrusti e dal direttore generale di quest'ultima associazione Paolo Candotti, il rappresentante della diplomazia cinese ha avuto modo di conoscere i dettagli che caratterizzano le diverse attività del Ponterosso. Ciò che ha attirato particolarmente l'attenzione di Xu Xiaofeng è stato il settore della metalmeccanica, del quale ha chiesto precise delucidazioni.

Quindi il trasferimento alla Matermacc per vedere da vicino l'attività svolta dall'azienda che opera nell'area consortile sanvitese. La ditta, fondata nei primi anni '80 e impegnata nella costruzione delle componenti per le macchine agricole destinate alla semina, da gennaio del 2015 è entrata a far parte del gruppo Foton Lovol International Heavy Industry, colosso asiatico del settore che commercializza in Europa e in Asia i trattori con il marchio Arbos. Insieme al Ceo di Matermacc Massimo Zubelli, Xu Xiaofeng ha compiuto una breve vista all'azienda, incontrando i vertici dello stabilimento e vedendo da vicino la produzione. L'attenzione si è soffermata sugli aspetti riguardanti i progetti sviluppatisi e perfezionatisi a San Vito al Tagliamento a seguito dell'ingresso nel capitale sociale della casa madre cinese.

Al termine dell'incontro Xu Xiaofeng ha rivolto un invito ai rappresentanti di Unindustria Pordenone, chiedendo loro di poter partecipare sia come associazione sia con una rappresentanza di imprese ad una prossima importante fiera internazionale dedicata all'import ed export che si svolgerà a novembre a Shanghai.

Belt and Road: un invito alle aziende pordenonesi alla fiera dell'mport-export a Shanghai

Belt and Road: un invito alle aziende pordenonesi alla fiera dell'mport-export a Shanghai (© Foto Arc Liberti)