20 aprile 2018
Aggiornato 14:00
disputato dal 29 al 31 marzo

Successo per la 12esima edizione del "Cittą di Pordenone - 7° Memorial Nicola Barattin"

Perfetta la macchina organizzativa in collaborazione con le associazione sportive. Numeri impressionanti quelli del torneo, che ne testimoniano una volta in pił la valenza turistica

Successo per la 12esima edizione del "Cittą di Pordenone - 7° Memorial Nicola Barattin" (© Insieme per Pordenone Volley)

PORDENONE - Un successo. Basterebbe questa parole per definire cosa è stata l'edizione 2018 del 'Città di Pordenone - 7° Memorial Nicola Barattin'. Ufficialmente il prestigioso torneo di pallavolo giovanile, disputato dal 29 al 31 marzo, si è concluso con la cerimonia di premiazione al PalaGallini di Pordenone. Ma l'eco di quanto avvenuto in questa 12esima edizione della kermesse, riecheggerà ancora per molti giorni e non solo nel pordenonese.

ORGANIZZAZIONE PERFETTA - Perfetta la macchina organizzativa guidata da Giovanna Della Barbara, in collaborazione con le associazione sportive di: Chions Fiume Volley, Montereale, Spilimbergo, Zoppola, Maniago. Numeri impressionanti quelli del torneo, che ne testimoniano una volta in più la valenza turistica: 66 le squadre partecipanti (in rappresentanza di quattro nazioni: Italia, Germania, Slovenia e Ungheria), 12 le strutture alberghiere interessante per un totale di oltre 700 prenotazioni, oltre 200 incontri disputati in due giorni, su 15 palestre della provincia di Pordenone. Un week end dal profilo tecnico tattico di altissimo livello, tutto supportato dal grande calore dei tifosi e dei tanti genitori accorsi a sostenere questi piccoli, grandi sportivi. 

TORNEO PER LA DIFFUSIONE DELLO SPORT - «Adesso lo possiamo proprio dire: è stato un gran bel Torneo! - commenta entusiasta Giovanna Della Barbara, presidente di Insieme per Pordenone Volley - Non solo perché tutto è andato bene, ma soprattutto perché il 12° Città di Pordenone, ha ancora una volta confermato che lavorare insieme per un obiettivo comune è cosa che può portare a risultati sorprendenti. Noi l’abbiamo fatto nel mondo della pallavolo pordenonese, con le società amiche che hanno sposato il nostro progetto. Un’unione di intenti che è riuscita a mettere da parte le singole prerogative per dare spazio e luce al vero obiettivo comune, ovvero la diffusione dello sport».

I RISULTATI - Nella categoria under 13 femminile si rinnova la sfida delle finaliste del torneo Volley e & Sapori d’Autunno, tra Juvenilia e Fiumicello, e ancora una volta le neroverdi della Juvenilia Bagnaria Arsa vincono 2-0 il derby regionale con parziali di 25-23; 25-16. Nella finalina per il terzo e quarto posto il Cappella Maggiore di Donatella Soldan vince 2-0 contro il Ronchi. Nella finale under 14 maschile disputata al Palasport di Maniago il Tsv Muehldorf batte il Vg Modena per 2-0, terzo il Soca. Nella finale under 14 femminile disputata al Palasport di Maniago il Palsus U14 L.B. batte lo Julia Volley Fincantieri per 2-1, terzo l’Aiello& Partners Coselli. Nell'under 16 uomini trionfa il Lagaris Volley che supera in finale per 2-0 il Braslovce. Sul gradino più basso la selezione territoriale di Pordenone (il Cqt). In under 16 femminile, in un Palagallini gremito in ogni ordine di posti, svetta il Capodistria che supera l’Est volley per 2-0 (25-18, 25-20). Nella finalina per il terzo e quarto posto il Pordenone Volley supera per 2-1 la Libertas Martignacco: parziali 22-25; 25-18, 15-4.
I premi: under 16 donne Pia Primik (Capodistria); under 14 femminile, Ros Giulia ( Palsus U14 Light Blue), under 14 maschile, Kilian Nennhuber (TSV Muehldorf) under 16 uomini: Giovanni Furlanetto (Lagaris Laguna Volley); under 13: Caterina Strizzolo Il premio per la squadra più lontana è stato attribuito alla new entry Bdse - Emericus, proveniente dall'Ungheria. Tra le autorità presenti l’assessore dello sport del Comune di Pordenone Walter De Bortoli, l’assessore allo sport del Comune di Fanna, Andrea Bacco; il presidente provinciale Avis Alessio Buodo, il vicepresidente Fipav di Pordenone Valter De Bortoli.

MEMORIAL SEMPRE PIU' SOCIAL - Sempre più attivi i canali social della manifestazione, con un boom particolare della nuova sezione Facebook e Instagram dedicata, che ha fatto registrare migliaia di condivisioni di foto e delle popolari 'stories' riguardanti l’evento. Questi aggiornamenti via social sarebbero certamente piaciuti a Nicola Barattin. Ora il 'suo' torneo può essere definito tra i più attrezzati a livello telematico. Sono state garantite le dirette via facebook delle finali, con migliaia di visualizzazioni anche dall'estero. Grazie all’idea 'la voce dei protagonisti' sono state realizzate decine di interviste, che hanno reso questa edizione più vicina, a tutti quelli che seguivano da casa. 

EVENTI COLLATERALI - Grande successo anche per i cosiddetti 'eventi collaterali' del 12esimo Città di Pordenone. A partire da giovedì pomeriggio, con la cerimonia d’apertura che ha visto la partecipazione di Samuele Papi,  il grande pallavolista, due volte campione del mondo e unico azzurro a conseguire 4 medaglie olimpiche, ha deliziato la platea dell’auditorium Concordia, con consigli per i più giovani. Un pomeriggio, in crescendo con l’esibizione di beatbox a cura degli NME aka Enemy. A chiudere la cerimonia la sfilata sul palco di fronte alle autorità, delle squadre partecipanti alla kermesse sportiva. Entusiasmo e tanto divertimento per il consueto 'Dinner & Volley Party' del venerdì sera, che stimola l’aggregazione sociale con musica, balli e animazione.
E ora già si pensa all'edizione 2019...