15 ottobre 2018
Aggiornato 14:30

Tradurre la narrativa: Denis Johnson e Jonathan Franzen al centro della scuola di scrittura di maggio

Un nuovo laboratorio di approfondimento promosso nell’ambito di Tradurre la Narrativa, il corso di traduzione di pordenonescrive. Iscrizioni entro il 14 maggio
Tradurre la narrativa: Denis Johnson e Jonathan Franzen al centro della scuola di scrittura di maggio
Tradurre la narrativa: Denis Johnson e Jonathan Franzen al centro della scuola di scrittura di maggio (Fondazione Pordenonelegge.it)

PORDENONETradurre i grandi americani. Sulle orme di Denis Johnson e Jonathan Franzen titola il workshop di maggio 2018 promosso dalla scuola di scrittura della Fondazione Pordenonelegge.it, a cura di Laura Pagliara. Un nuovo laboratorio di approfondimento promosso nell’ambito di Tradurre la Narrativa, il corso di traduzione di pordenonescrive, per accostarsi con la guida di Silvia Pareschi, una delle più note e apprezzate traduttrici dall'inglese, alle 'voci' letterarie di Denis Johnson, l’erede di Raymond Carver scomparso un anno fa, e di Jonathan Franzen, fra i più amati autori del nostro tempo. Lo stage è in programma venerdì 25 maggio dalle 15 alle 19.15 e sabato 26 maggio dalle 9 alle 13.15 nella sede di Palazzo Badini, aula Master piano terra – via Mazzini 2 Pordenone. Iscrizioni entro lunedì 14 maggio, informazioni su www.pordenonelegge.it. Il laboratorio prevede un numero minimo di 10 partecipanti e un massimo di 18. È necessaria una buona conoscenza della lingua inglese.

TRADURRE I GRANDI AMERICANI - Sulle orme di Denis Johnson e Jonathan Franzen proietterà i partecipanti nelle atmosfere della letteratura americana, passando dallo stile apparentemente caotico di Jesus’ son di Denis Johnson, considerato insieme a Carver uno dei maestri del racconto americano, alla precisione formale e alle architetture sontuose di Jonathan Franzen. I brani da tradurre saranno tratti dalla raccolta di racconti Jesus’ son di Denis Johnson, editi Einaudi nella nuova traduzione di Silvia Pareschi, e da un opera di Jonathan Franzen. Silvia Pareschi, oltre a Johnson e Franzen traduce e ha tradotto veri capisaldi della letteratura americana del nostro tempo come Don DeLillo, Cormac McCarthy, Zadie Smith, Jamaica Kincaid, Junot Díaz. Quando è a San Francisco, oltre a tradurre, insegna l’italiano agli americani e racconta le sue esperienze nel blog Nine hours of separation. Il laboratorio sarà introdotto da una breve analisi della lingua e dello stile dei due autori statunitensi. Seguirà poi la parte di workshop vero e proprio, che vedrà i partecipanti come protagonisti.