23 settembre 2018
Aggiornato 23:30

Fine settimana di interventi nel pordenonese per il Soccorso Alpino

Soccorso un ciclista caduto nella pedemontana sopra Aviano e ritrovato il disperso nei boschi di Giais di Aviano
Fine settimana di interventi nel pordenonese per il Soccorso Alpino
Fine settimana di interventi nel pordenonese per il Soccorso Alpino (CNSAS FVG)

PORDENONE - I tecnici del Soccorso Alpino sono stati impegnati in questo fine settimana con due interventi nella pedemontana sopra Aviano e nei boschi di Giais di Aviano.

CICLISTA INFORTUNATO - Intervento nel tardo pomeriggio di domenica 6 maggio su chiamata del NUE112 per soccorrere un ciclista infortunatosi nella pedemontana di Aviano. N. D. B. del 1988 di Maniago è caduto durante la discesa in sella alla sua mountain bike lungo uno dei tanti sentieri che dalla strada per il Piancavallo divallano verso Aviano, in particolare nel tratto boschivo compreso tra la scuola alberghiera e Aviano stessa. L'allerta è stato dato dal compagno di escursione dell'infortunato. L'uomo, che nella caduta si è procurato una probabile lussazione ad una spalla, è stato subito raggiunto dal medico e da un infermiere del CNSAS che lo hanno stabilizzato. Poco dopo è arrivata una seconda squadra di tecnici che ha provveduto a sistemare l'infortunato nella barella e a condurlo, dopo un breve tratto a piedi, sulla vicina strada dove attendeva l'ambulanza con il personale sanitario. Hanno preso parte all'intervento sette tecnici specializzati del CNSAS.

ESCURSIONISTA DISPERSO - E' stato ritrovato intorno alle 22.30 F. B., trentottenne maschio di Catania sulle cui tracce si erano messi i tecnici del Soccorso Alpino di Pordenone allertati dalla SORES intorno alle 21. L'uomo è stato ritrovato dai Vigili del Fuoco, allertati prima del CNSAS stesso. A dare l'allarme al NUE112 sono stati i familiari dell'uomo, che lo avevano sentito al telefono in difficoltà. ll trentottenne si era recato nel pomeriggio a fare due passi nei dintorni, nei boschi di Giais, sopra Aviano, ma era stato colto prima dal buio e poi dal temporale: ai familiari ha comunicato di essere caduto e di aver perso l'orientamento. Il Soccorso Alpino è riuscito a individuare la sua posizione tramite il sistema SMSLocator, che fornisce le coordinate tramite il numero di cellulare e una squadra di tecnici CNSAS si era incamminata nella giusta direzione del disperso, che si trovava ad una quota di 840 metri. Alle ricerche hanno preso parte anche alcuni familiari dell'uomo: due di questi sono stati raggiunti e accompagnati dai tecnici del CNSAS al sicuro da Casera Polo Friz, sopra l'abitato di Selva di Aviano, dove si erano recati in perlustrazione. Le operazioni si sono svolte sotto due temporali e si sono concluse dopo la mezzanotte: vi hanno preso parte undici tecnici del CNSAS di Pordenone.