24 settembre 2018
Aggiornato 00:00

Nam Lab: "Musica nel territorio" aperta da Will Hunt, ora 12 appuntamenti

A partire da giovedì 24 maggio fino al 21 luglio a salire sui palchi, saranno invece gli allievi e le allieve della scuola, che ogni estate trasforma i saggi in veri e propri spettacoli, come ulteriore opportunità formativa
Nam Lab: "Musica nel territorio" aperta da Will Hunt, ora 12 appuntamenti
Nam Lab: "Musica nel territorio" aperta da Will Hunt, ora 12 appuntamenti (Nam Lab)

AZZANO DECIMO - Ha avuto un’anteprima d’eccezione ai primi di maggio, il programma 'Musica nel territorio' della Nam Lab di Azzano Decimo che ora prosegue con un calendario di 12 appuntamenti. Ospite alla Biasin Concert Hall per un seminario, è stato infatti uno dei più bei nomi del panorama pop rock internazionale, Will Hunt, batterista degli Evanescence e di Vasco Rossi. Durante il seminario, oltre a dare dimostrazioni dei brani più celebri del suo repertorio, ha parlato ​del​ suo lavoro di turnista, tra curiosità e aneddoti, spiegando come funziona la vita di un artista nel grande mondo dello show business internazionale. Una vera e proprio lezione di vita, culminata con il conferimento della tessera di socio onorario della Nam Lab da parte della presidente Nadia Longo e del direttore artistico Alberto Igne, con l’impegno di tornare a​l più presto​.

ESTATE DI SAGGI E SPETTACOLI - A partire da giovedì 24 maggio fino al 21 luglio a salire sui palchi di Musica nel territorio, saranno invece gli allievi e le allieve della scuola, che ogni estate trasforma i saggi in veri e propri spettacoli, come ulteriore opportunità formativa. «I nostri obiettivi sono molteplici – afferma il direttore artistico Alberto Igne, che nei primi anni Duemila ha raccolto il testimone del fondatore, Gino Sartor, che negli anni Sessanta stimolava la formazione dei primi gruppi beat, sull’esempio delle rock band inglesi - . Da una parte vogliamo formare i musicisti di domani, come è avven​u​to a diversi nostri ​studenti,​ da Matteo Da Ros a Luca Belluz con tutta la band Bosco 21, che è arrivato in finale a Sanremo Giovani 2018 per arrivare ad Asia Sagripanti, fresca reduce alle finali di the Voice. Dall’altra vogliamo supplire alle lacune del sistema scolastico relativamente all’educazione musicale, in quanto la riteniamo uno straordinario strumento formativo della persona nel suo complesso, importantissima per dare valori e riferimenti ai giovani. La musica per noi è un linguaggio universale che plasma lo spirito ed educa all’ascolto».

GLI APPUNTAMENTI - Ecco allora che protagoniste del primo appuntamento giovedì 24 marzo alle 20.45, al The Gammon di Roveredo in Piano, saranno proprio le band create nell’ambito dei laboratori musicali. Il 28 maggio spazio al canto lirico (con brani tratti dal Flauto magico) alla Biasin Concert Hall, dove si terranno anche gli appuntamenti successivi, sempre alle 20.45: la serata dedicata al pianoforte il 4 giugno, quella dedicata alla chitarra classica ed elettrica il 5 giugno. Il mondo delle percussioni, in dialogo col sax e la voce​,​ andrà invece in scena all’oratorio di Azzano Decimo il 6 giugno. I più piccoli ​(​allievi di canto e pianoforte​)​ avranno il loro spazio il 7 giugno alle 18.30 alla Biasin Concert Hall. Il saggio di canto moderno si sposterà al Granfiume di Fiume Veneto l’8 giugno​ alle 18.30​. Il 9 giugno doppio appuntamento: alle 10.30 alle scuole elementari di Chions col progetto Musica Maestro, che vedrà l'esibizione di oltre 110 bambini e bambine​,​ e alle 18 in piazza a Cordovado con le band dei laboratori di musica moderna e ​i ​giovanissimi della musica d’assieme. Appuntamento classico violino e pianoforte l’11 giugno alle 18.30 alla Biasin Concert Hall. Conclusione in bellezza a luglio con il Nam Party, il 14 a Ca’ Muliner (Azzano Decimo) e il Music Camp a Forni Avoltri (21 luglio).