19 giugno 2018
Aggiornato 08:30
Cronaca | intervento e collaborazione in team

A Pordenone un'esercitazione internazionale di Protezione civile

Venerdì 8 giugno dalle 7 di mattina al primo pomeriggio assieme alle partecipazione di squadre di pronto intervento civile provenienti da Austria, Francia, Russia e Montenegro e naturalmente di Pordenone

A Pordenone un'esercitazione internazionale di Protezione civile (© Web)

PORDENONE - Venerdì 8 giugno a Pordenone si terrà un’esercitazione internazionale di protezione civile con la partecipazione di squadre di pronto intervento civile provenienti da Austria, Francia, Russia e Montenegro e naturalmente di Pordenone. L’esercitazione si terrà in un’area circoscritta tra il parcheggio Marcolin, l’imbarcadero e il Ponte Adamo ed Eva.

L'ESERCITAZIONE - «E’ una esercitazione importante - commenta l’assessore Emanuele Loperfido a cui il sindaco Alessandro Ciriani ha delegato la gestione della Protezione civile cittadina - poiché va a testare la capacità di intervento e la qualità della collaborazione operativa fra i vari team. Significativo anche lo scambio delle esperienze acquiste e dei vari modi di affrontare le improvvise emergenze».
Per consentire la sosta dei mezzi impiegati, dalle 7 fino al primo pomeriggio non si potrà sostare nelle prime tre corsie del Marcolin, quelle a disco orario. Dalle 10 fino alle prime ore del pomeriggio verrà chiuso il passaggio pedonale del Ponte Adamo ed Eva poiché l’esercitazione prevede l’installazione delle paratie mobili ideate per contenere l’eventuale esondazione del Noncello ed infine all’imbarcadero verrà simulato il recupero di dispersi, con 25 figuranti e 4 imbarcazioni della Protezione civile comunale e di altri comuni.
Parteciperanno Vigili del Fuoco di Pordenone e di altri comandi, agenti della Polizia locale, interverranno anche il capo dipartimento della Protezione civile della presidenza del Consiglio ed osservatori internazionali. L’esercitazione non comprometterà l’ordinaria viabilità poiché non saranno chiuse le strade.