21 ottobre 2018
Aggiornato 05:00

Soccorso bagnante nel Torrente Arzino: era quasi in ipotermia

L'uomo dopo un tuffo era stato trasportato dalla corrente e non riusciva più a raggiungere la riva e uscire dall'acqua
Soccorso bagnante nel Torrente Arzino: era quasi in ipotermia
Soccorso bagnante nel Torrente Arzino: era quasi in ipotermia (CNSAS FVG)

PORDENONE - La stazione del Soccorso Alpino di Maniago è intervenuta su chiamata del NUE 112 intorno alle 15.30 di giovedì 19 luglio per soccorrere un uomo del 1964 A.T. di Codroipo che trasportato dalla corrente dopo un tuffo nel Torrente Arzino in frazione Pielungo di Vito d'Asio non riusciva più a raggiungere la riva e uscire dall'acqua.

Sul posto sono giunti undici tecnici della stazione di Maniago pronti a intervenire, l'ambulanza e i Vigili del Fuoco. Il recupero dell'uomo è stato però effettuato grazie all'intervento dell'elisoccorso della centrale operativa di Campoformido. Il tecnico di elisoccorso è stato calato con il verricello sul pelo dell'acqua per consentirgli di imbragare l'uomo, quasi in ipotermia, e di consegnarlo ai sanitari dell'ambulanza per i controlli di rito. L'intervento si è concluso intorno alle 17.30.