18 settembre 2018
Aggiornato 22:30

Da settembre i disegni originali di Lorenzo Mattotti in mostra a Pordenone

Allo studiovivacomix 'Lorenzo Mattotti. Nel Paese della Magia. Disegni'. In esposizione anche 'Durante il temporale' e la videoanimazione 'Le Stanze' di Mattotti composta per 'Eros' di Michelangelo Antonioni
Da settembre i disegni originali di Lorenzo Mattotti in mostra a Pordenone
Da settembre i disegni originali di Lorenzo Mattotti in mostra a Pordenone (Diario di Pordenone)

PORDENONE - 'Lorenzo Mattotti. Nel Paese della Magia. Disegni' è il titolo della mostra che dal 14 settembre al 15 ottobre (ingresso libero) è allestita nel nuovo studiovivacomix di Pordenone (via Montereale 4b). Curata da Paola Bristot e Giovanna Durì, la mostra si ispira ai dieci disegni originali realizzati da Lorenzo Mattotti nel 1995 e legati al testo di Henri Micheaux 'Au pays de la Magie'. La mostra è anche l'occasione per un nuovo progetto editoriale: una cartella in tiratura limitata, firmata dall’autore e accompagnata da un’introduzione di Marco Belpoliti. In mostra sarà esposta anche l’opera 'Durante il temporale' del 1994 (courtesy Studio Tommaseo, Trieste). La mostra è organizzata da Associazione Viva Comix nell'ambito di Pordenonelegge e Piccolo Festival dell'Animazione: quest'ultimo gode del patrocinio e del contributo del MiBAC (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali) e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ed è annoverato tra i Festival riconosciuti nell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018; la mostra si svolge in collaborazione con Galerie Martel Paris e Trieste Contemporanea.

LA MOSTRA - Le dieci tavole originali presentate in mostra, in pennino e china, sono ispirate ad altrettanti brani tratti dal libro di Michaux 'Nel paese della magia (Au pays de la Magie)' del 1941, stampate in Italia nel 1996 per la prima volta sulla rivista quadrimestrale 'Mano. Fumetti, Scritti, Disegni' a cura di Giovanna Anceschi e Stefano Ricci. Questi disegni sono "una felice invenzione che guida la mano dell’autore e che sembra veder nascere anche sotto i suoi stessi occhi la meraviglia e l’inganno del disegno" - spiega la curatrice Paola Bristot. "Lorenzo Mattotti procede per fascinazione e suggestione [...] e segue il proprio istinto, dettato dal filo dei suoi pensieri sguinzagliati dietro al correre veloce del pennino a china. E, in effetti, a magia si aggiunge magia. [...] In questa produzione singolare dei disegni per Michaux sentiamo la freschezza e la potenza del segno che ci guida per sentieri inesplorati, dove una medusa può essere presa all’amo e al tempo stesso sedere languida sul balcone di un salottino e tenere i tentacoli sul tappeto. [...] È l’idea della Favola, del favoloso che è proprio quello che stiamo cercando [...] Nella favola troviamo le radici dei sogni e possiamo vedere attraverso e inventarci forse così un mondo migliore".

UN NUOVO PROGETTO EDITORIALE - In occasione della mostra nasce anche un nuovo progetto editoriale targato Viva Comix: la cartella 'Lorenzo Mattotti. Nel paese della magia. Disegni', stampata in 300 copie numerate e firmate dall’autore, che raccoglie i dieci disegni, in copia anastatica dagli originali a pennino e china e un libretto di accompagnamento. Il formato e l'impaginazione dei disegni sono gli stessi degli originali, così come gli stessi sono i riferimenti ai testi di Michaux. Rapporti artistici e umani e circostanze casuali si intrecciano dietro alla storia dei dieci disegni e della cartella che ne è nata: questi scambi spontanei hanno portato ad affidare il breve saggio introduttivo della pubblicazione a Marco Belpoliti - grande conoscitore di Michaux e la collaborazione alla traduzione in francese a Filippo Bruschi; le note alle opere sono firmate da una delle curatrici dell'operazione, Paola Bristot.

L'AUTORE - Lorenzo Mattotti vive e lavora a Parigi. Esordisce alla fine degli anni ‘70 come autore di fumetti e nei primi anni '80 fonda con altri disegnatori il gruppo Valvoline. Nel 1984 realizza 'Fuochi' che, accolto come un evento nel mondo del fumetto, vincerà importanti premi internazionali. Da 'Incidenti' al 'Signor Spartaco', passando per 'Fuochi' e molti altri fino a 'Il rumore della Brina' il lavoro di Mattotti si è evoluto secondo una costante di grande coerenza, ma nel segno eclettico di chi sceglie sempre di provarsi nel nuovo.
Oggi i suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. Per la moda, ha interpretato i modelli dei più noti stilisti sulla rivista Vanity. Ha realizzato campagne pubblicitarie e disegni per le copertine di riviste e testate come The New Yorker, Le Monde, Suddeutsche Zeitung, Nouvel Observateur, Corriere della Sera e Repubblica.
Lorenzo Mattotti ha firmato il manifesto della Biennale Cinema di Venezia 2018 e tutto il mondo del disegno e della settima arte è in attesa del suo lungometraggio di animazione 'La famosa invasione degli orsi in Sicilia', con un soggetto tratto dall’omonimo libro di Dino Buzzati.

ASPETTANDO IL PICCOLO FESTIVAL DELL'ANIMAZIONE - Nel corso della mostra 'Nel Paese della Magia' allo studiovivacomix sarà proiettata la videoanimazione 'Le Stanze' realizzato da Lorenzo Mattotti per il film 'Eros' di Michelangelo Antonioni (2004). L'Associazione Viva Comix guarda avanti e annuncia anche che la mostra successiva a quella di Mattotti sarà una anteprima del Piccolo Festival dell’Animazione: si terrà di nuovo allo studiovivacomix e sarà dedicata a Franco Matticchio.
​​​​​​​Sta infatti prendendo forma il nuovo Piccolo Festival dell'Animazione del 2018, rassegna di corti d'animazione d'autore, attesa dal 12 al 29 dicembre per la sua undicesima edizione in tutto il Friuli Venezia Giulia e in Veneto. La mostra di Mattotti costituisce anche un ideale ponte di continuità con l'anno successivo a quello in corso - il 2019 - che vedrà proprio Lorenzo Mattotti come ospite d'onore del Piccolo Festival d'Animazione. Nelle prossime settimane Viva Comix sarà pronta ad annunciare i titoli principali e gli ospiti dell'edizione del Piccolo Festival del 2018, dedicata al rapporto tra animazione e musica e, per questo, ricchissima di spunti nuovi e nuove collaborazioni.