18 settembre 2018
Aggiornato 22:30

Si torna tutti in carrozza con il "Treno dei Sapori e della Natura" alla scoperta della Riserva del Lago di Cornino

Nuovo appuntamento del treno storico della ferrovia turistica Pedemontana del Friuli: domenica 26 agosto viaggerà da Udine a Cornino via Sacile
Si torna tutti in carrozza con il "Treno dei Sapori e della Natura" alla scoperta della Riserva del Lago di Cornino
Si torna tutti in carrozza con il "Treno dei Sapori e della Natura" alla scoperta della Riserva del Lago di Cornino (Foto Patrizio Cauz)

FVG - Domenica 26 agosto si rinnova l’appuntamento con il treno storico, diventato uno dei fenomeni turistici dell’anno. Un viaggio d'altri tempi che permette di assaporare le tante bellezze della Pedemontana del Friuli, eletta da History Channel tra le otto ferrovie turistiche più belle d'Italia grazie al progetto nazionale 'Binari senza Tempo'.

BOOM DEL TURISMO FERROVIARIO - Si tratta di un vero e proprio boom quello dei viaggi dei treni storici in Friuli Venezia Giulia, che stanno registrando il tutto esaurito e presenze da record, molte provenienti dal Veneto e dall'Austria. Sono infatti oltre 1500 i turisti che hanno già viaggiato a bordo delle eleganti carrozze d’epoca Centoporte dei treni della Fondazione FS che ogni settimana percorrono i binari della ferrovia turistica. Molto soddisfatti i componenti del team degli amministratori locali, che unitamente alla Regione e alla Fondazione FS, stanno coordinando il programma. Il successo è dato senza dubbio dalla ricca offerta dei treni tematici, collegati ai maggiori eventi del territorio che viene coinvolto e alle tariffe promozionali che permettono soprattutto alle famiglie di riscoprire il piacere del viaggio vintage.

TRENO DEI SAPORI E DELLA NATURA - Domenica sarà la volta del 'Treno dei Sapori e della Natura' che partirà da Udine alle 8.50 e arriverà a Cornino alle 11.53, con fermate intermedie a Pordenone (9.27), Sacile (10.10), Montereale Valcellina (10.46) e Maniago (10.53). Molto ricco il programma degli itinerari turistici proposti. A Montereale Valcellina, grazie a bus navetta gratuiti (prenotazione obbligatoria: Tel 0427.709063 – Mail: coricama@maniago.it) si potranno visitare la ex centrale idroelettrica A. Pitter di Malnisio attraverso la via delle acque, il Borgo di Andreis passando lungo la forra mozzafiato della Val Cellina, i resti dell’antico castello di Montereale, gli scavi archeologici e la Chiesa di San Rocco con gli affreschi cinquecenteschi del Calderari. A Cornino, dove il treno farà capolinea, invece si potrà visitare la Riserva Naturale del Lago di Cornino, immergendosi nella natura del territorio seguendo gli itinerari del Parco del Tagliamento (prenotazioni: Tel. 0427.808526 – Mail centrovisite@riservacornino.it), pranzando poi ai Laghetti Pakar con piatti tipici a base di trota.
Biglietti in vendita su tutti i canali Trenitalia: biglietterie, self service e sito web. Tariffe: adulti andata e ritorno 10 euro, ragazzi (4-12 anni) 5 euro, bambini gratis. Il treno è dotato anche di un bagagliaio per le biciclette (19 posti disponibili) ed è l'unico treno storico in Italia dove è sempre possibile il trasporto delle biciclette.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI - Il calendario dei treni storici 2018 prevede altri 12 appuntamenti: sono già in vendita i biglietti del Treno dell’Arte 'Alla scoperta del Pordenone', previsto per domenica 2 settembre che viaggerà da Pordenone a Pinzano al Tagliamento, treno che sarà dedicato alle opere del noto artista Giovanni Antonio de' Sacchis. Info: pagina facebook ufficiale 'Ferrovia Turistica Sacile Gemona - La Pedemontana del Friuli'.

Si torna tutti in carrozza con il "Treno dei Sapori e della Natura" alla scoperta della Riserva del Lago di Cornino

Si torna tutti in carrozza con il "Treno dei Sapori e della Natura" alla scoperta della Riserva del Lago di Cornino (© Treni storici FVG)