17 ottobre 2018
Aggiornato 18:00

BioPhotoFestival 2018: un appuntamento imperdibile con la fotografia naturalistica

Dal 27 al 30 settembre a Budoia al via la quinta edizione che riunisce tutti gli appassionati di fotografia e di natura con mostre fotografiche, proiezioni su grande schermo, corsi di fotografia e 'incontri con l’autore' di fama internazionale
BioPhotoFestival 2018: un appuntamento imperdibile con la fotografia naturalistica
BioPhotoFestival 2018: un appuntamento imperdibile con la fotografia naturalistica (BioPhotoFestival 2018)

BUDOIADal 27 al 30 settembre a Budoia si apre la quinta edizione del BioPhotoFestival, importante festival internazionale di fotografia naturalistica. Per quattro giorni Budoia diventa il centro di un evento che riunisce tutti gli appassionati di fotografia e di natura con mostre fotografiche, proiezioni su grande schermo, corsi di fotografia e 'incontri con l’autore' di fama internazionale. L’evento organizzato dall’Associazione BioArt visual in collaborazione con la Proloco e il Comune di Budoia e la Regione FVG, si aspetta di superare il successo dello scorso anno grazie a un programma ricco di novità. La manifestazione da quest’anno gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Venerdì 28 settembre alle 18 inaugurazione del festival e conferenza stampa alla presenza delle autorità: il Sindaco di Budoia Roberto De Marchi, il Consigliere regionale Sergio Bolzonello, l’Assessore regionale alle attività produttive Sergio Emidio Bini e il funzionario del Ministero dell’Ambiente Paolo Angelini. L’evento si conclude domenica 30 settembre alle 18.

SERATE DI PROIEZIONI - La manifestazione ha inizio il giovedì sera con l’ospite d’onore Luca Bracali. Luca Bracali ha viaggiato in 140 paesi, è autore di 13 libri. Nel 2009 è l'unico reporter a raggiungere il Polo Nord geografico sugli sci. Nel 2010 Bracali debutta nel mondo della fine-art photography e le sue immagini vengono esposte, come personali, in 50 musei e gallerie di Roma, Milano, Bologna, Napoli, Sofia, Kiev, Odessa, Copenaghen, Yangon, Montreal, New York e Bruxelles nella sala espositiva del Parlamento Europeo. Regista Rai 1 dal 2011 e documentarista per Rai 2 e Rai 3, ha firmato 14 servizi su National Geographic. Ci presenta 'Pianeta Terra. Un mondo da salvare' che è il titolo di un progetto che include la pubblicazione di un libro, l’esposizione di una mostra fotografica e la realizzazione di un video: immagini preziose e suggestive che raccontano il mondo naturale, i suoi colori e la sua caleidoscopica complessità, in un viaggio affascinante attraverso oceani e continenti, paesaggi esotici ed aurore boreali, dall’Alaska alla Birmania, fino alla Nuova Caledonia.
Il video documentario è la novità della seconda serata del festival, venerdì 28 settembre. A presentarcelo Marco Andreini regista e autore di documentari principalmente a carattere naturalistico. Attivo dal 1994 ha realizzato 21 documentari per enti pubblici e reti televisive nazionali e internazionali. Autore di documentari per la trasmissione televisiva Geo – RAI 3 e vincitore di premi nei maggiori festival italiani di cinematografia naturalistica.
'Sotto il cielo d’Abruzzo' è il titolo provvisorio di un documentario che racconterà con occhi diversi il cuore verde dell’Italia centrale. Orsi, lupi, camosci e aquile ma anche foreste centenarie e montagne di pietre e silenzi.​​​​​​​
'ConRaSi – un progetto LIFE per tre specie in pericolo' In Sicilia per tre specie di rapaci il futuro si presenta incerto. Ma mentre per una di loro, l’aquila di Bonelli, si assiste a qualche timido segnale di ripresa, per le altre due, capovaccaio e falco lanario, la situazione si fa sempre più preoccupante.
Inoltre quattro multivisioni, immagini in dissolvenza con musica sincronizzata, di autori italiani e stranieri.

MOSTRE FOTOGRAFICHE - Dal 28 al 30 settembre 'Le nostre montagne, Carnia e d’intorni' di Gabriele bano e Paolo da Pozzo. I due fotografi carnici ci propongono la loro appassionata visione della montagna. Il territorio è stato esplorato in tutte le stagioni e con ogni condizione metereologica, alla ricerca di luci particolari, atmosfere coinvolgenti ed attimi di vita naturale, per rendere tutti partecipi delle bellezze e delle emozioni che la Carnia e dintorni custodisce come in uno scrigno che aspetta solo di essere aperto con rispetto e meraviglia.
'Pianeta Terra: un mondo da salvare' di Luca Bracali. Cinquanta straordinari scatti: immagini preziose e suggestive che raccontano il mondo naturale, i suoi colori e la sua caleidoscopica complessità, in un viaggio affascinante attraverso oceani e continenti, paesaggi esotici ed aurore boreali, dall’Alaska alla Birmania, fino alla Nuova Caledonia.​​​​​​​
'BioPhotoContest 2018' Praterie, steppe e savane. Ottanta immagini arrivate in finale al concorso dedicato al Bioma delle Praterie, steppe e savane. «Proporre la conoscenza dei Biomi attraverso la fotografia naturalistica assume il significato di un atto d’amore per la Terra e di un impegno educativo e di coinvolgimento emozionale e culturale delle giovani generazioni verso gli alti obbiettivi morali della conservazione della Bellezza» dice Michele Zanetti giurato e autore dei testi dei libri del concorso.

CONFERENZE - Dal 29 al 30 settembre: 'Non solo sassi' Visione, ispirazione e interpretazione nella fotografia di montagna. Incontro con Alberto Bregani, fotografo, scrittore, comunicatore per professione, compositore e pianista per hobby, è considerato tra i più puri e validi interpreti della fotografia di paesaggio e di montagna in bianco e nero. Molto apprezzato per le sue originali conferenze, che spaziano dalla filosofia, alla letteratura, alla musica, ruotando intorno alla fotografia, dedica molta parte del suo tempo all’attività di formazione attraverso la sua scuola di fotografia di montagna in bianco e nero – prima in Italia – che ha sede permanente a Madonna di Campiglio.
'Il segreto dei giganti: le faggete più antiche d’Europa'. Incontro con il fotografo Bruno D’Amicis. Amante della natura e un appassionato di outdoor con un debole per l'arte, le culture native e la comunicazione è convinto che le immagini hanno un immenso potere e possono influenzare l'immaginazione e ispirare le persone per della protezione della natura.
'La perfezione della natura'. Incontro con il fotografo Hugo Wassermann. La presentazione è il risultato del lavoro di quattro fotografi finalizzato alla realizzazione di uno splendido libro fotografico. Una dichiarazione d’amore in forma fotografica alla loro terra natia, l'Alto Adige, nutrita dall’ambizione di presentare gli straordinari tesori che la natura ha creato.
'LYS'. Incontro con la fotografa Sandra Bartocha. (Germania) 'LYS' - è in questo modo che i norvegesi e danesi chiamano la luce; ed è proprio su questo che il progetto editoriale trova fondamento. È un omaggio alla luce magica del Nord, una dichiarazione d’amore fotografica alla bellezza unica dei grandi paesaggi scandinavi. Per quattro anni Sandra Bartocha e Werner Bollmann hanno viaggiato tutto il Nord Europa, dai luminosi boschi danesi, ai pascoli del sud, ai ghiacciai blu di Spitsbergen a nord, alla costa della Norvegia a ovest, fino alle fitte foreste finlandesi a est.
Presentazione del libro 'Con la terra sotto ai piedi' di Andrea Bianchi. Dal fondatore della prima scuola in Italia di barefoot hiking, un libro e un documentario sul cammino a piedi nudi in Natura: per riconnetterci alla Terra e contattare la nostra Anima.

WORKSHOP - Dal 29 al 30 settembre: 'Nella Foresta dei Dogi, il Cansiglio' con il fotografo Willy Di giulian con escursione; 'Professione fotografo' con Luca Bracali; 'Fotografia e social' di Alberto Bregani; 'Seminari e workshop tecnici' a cura delle case produttrici.
Agli stand esporranno le loro foto autori sia italiani che stranieri con la possibilità per il pubblico di interagire con gli artisti. Anche quest’anno sarà presente un ricco mercato fotografico con le migliori marche e le ultime novità del settore. All’interno dell’evento la cerimonia di premiazione del quinto concorso fotografico BioPhotoContest che avrà come ospiti i finalisti della competizione dalla Germania, Olanda, Francia, Norvegia, Stati Uniti e Austria oltre che dall’Italia.

ESCURSIONI - L’Associazione BioArt visual da sempre attenta alla promozione del territorio friulano ha promosso con la collaborazione dell’Associazione Astore un’escursione sui Magredi pordenonesi e in collaborazione con l’Associazione Eupolis un’escursione sui colli di Santa Lucia a Budoia 'Natura tra sentieri colli e boschi'. Inoltre grazie all’agenzia di viaggio Livenza Viaggi sono state organizzate escursioni in mountain bike, in canoa, sui Magredi e sulle Dolomiti Friulane, visite guidate a Sacile, Pordenone, Venezia, Cordovado e Valvasone con degustazioni gastronomiche.

Programma completo su: http://www.biophotocontest.com/ita/ - email: segreteria@bioartvisual.it