17 ottobre 2018
Aggiornato 18:30

Pordenonelegge 2018 accoglie la ciclostaffetta per Giulio Regeni

Sabato 22 settembre al festival l'iniziativa 'A Roma per Giulio' prima dell'atteso rave letterario con Massimo Cirri e Natalino Balasso
Pordenonelegge 2018 accoglie la ciclostaffetta per Giulio Regeni
Pordenonelegge 2018 accoglie la ciclostaffetta per Giulio Regeni (Facebook)

PORDENONEPordenonelegge 2018 sarà tappa della ciclostaffetta 'A Roma per Giulio', l’iniziativa organizzata per sensibilizzare intorno a una vicenda ancora dolorosamente aperta. La staffetta partirà sabato 22 settembre dalla sede del Collegio del Mondo Unito di Duino, in provincia di Trieste (UWC Adriatic - scuola frequentata anche da Giulio, nella sede del New Mexico). In serata una delegazione, guidata dal cicloscrittore Emilio Rigatti, raggiungerà pordenonelegge per salutare il pubblico della Festa del Libro e raccontare questa 'missione' su due ruote.

L’appuntamento è alle 22 nello Spazio Ascotrade, dov'è atteso uno degli eventi più amati di pordenonelegge, 'Carnediromanzo', il rave letterario portato in scena da Massimo Cirri e Natalino Balasso. Prima dell’inizio verrà illustrata l’iniziativa 'A Roma per Giulio', per la quale sono stati coinvolti artisti, attori, cantanti, esponenti del mondo politico e della cultura, chiamati a partecipare con un pensiero, un ricordo, un contributo in svariate forme: leggendo, parlando, raccontando, suonando, cantando, per offrire uno spunto di riflessione, per ricordare Giulio, per stringersi attorno alla sua famiglia e a chi l’ha amato, da vivo e da quando è diventato ragazzo per sempre. Dopo aver attraversato lo stivale, gli staffettisti raggiungeranno - il 3 ottobre - la Capitale.