17 ottobre 2018
Aggiornato 19:00

"Pordenone, mondo". Web e social media per una città competitiva

Il Comune di Pordenone sta realizzando delle riprese tramite un drone. In questi ultimi giorni operatori abilitati e autorizzati stanno effettuando le riprese del centro storico, dopo aver già ripreso nelle scorse settimane numerose aree del territorio circostante
"Pordenone, mondo". Web e social media per una città competitiva
"Pordenone, mondo". Web e social media per una città competitiva (Comune di Pordenone)

PORDENONE - Il Comune di Pordenone sta realizzando delle riprese della città dall'alto tramite un drone. In questi ultimi giorni operatori abilitati e autorizzati stanno effettuando le riprese del centro storico, dopo aver già ripreso nelle scorse settimane numerose aree del territorio circostante. È stata data particolare attenzione al fiume Noncello, ai parchi, ma anche a luoghi e strutture che rappresentano e caratterizzano Pordenone. E ora naturalmente è il momento delle facciate della Contrada maggiore, elemento distintivo della città. L'iniziativa fa parte del progetto finanziato con fondi Pisus denominato 'Pordenone, mondo', un piano di comunicazione e marketing territoriale finalizzato alla promozione della città di fronte al pubblico indistinto e globale del web.

IL PROGETTO IN SINTESI - L’obiettivo è ottimizzare la comunicazione via web e social del comune e della città nel suo complesso, per poter cogliere tutte le occasioni che la rete offre in termini di opportunità per la comunità, sui fronti della disponibilità di informazioni, della qualità dei servizi, del turismo. Tutti i contenuti multimediali così realizzati - non solo video ma anche fotografie - saranno resi disponibili a tutti tramite il sito web del Comune, i suoi canali social (Facebook, Twitter, Instagram) e piattaforme di condivisione e conoscenza come Wikipedia, Flickr, Google Maps. 

'PORDENONE, MONDO' - Cosa succede quando una persona digita 'Pordenone' in un motore di ricerca? È questo, ridotto ai suoi termini essenziali, il quesito da cui è scaturito il progetto 'Pordenone, mondo', che ha preso il via nel mese di ottobre 2016 per concludersi a fine 2018. Il Comune sceglie dunque di prendersi cura delle informazioni presenti in rete relative a Pordenone. Non solo le informazioni pubblicate tramite il proprio sito e non solo quelle di stretta competenza comunale. Ci si occuperà ad esempio delle informazioni e dei dati che piattaforme collaborative come Google Maps o Wikipedia restituiscono agli utenti. Piattaforme su cui oggi le persone si informano riguardo ai luoghi che intendono visitare, al pari di social network come Instagram.
L’idea di fondo è fare in modo che, quando le persone cercano (o si imbattono) in una pagina relativa alla città, le informazioni, le immagini i dati che vengono forniti siano curati, completi, validi, efficaci. Capaci di incuriosire e attrarre. Questo tipo di obiettivo non può prescindere da una serie di altre attività, prime tra tutte un ammodernamento del sito web cittadino, fondamentale strumento di servizio, punto di riferimento informativo per i cittadini e importante vetrina della città, e l’adozione di competenze per un utilizzo avanzato dei social media, strumenti di servizio ormai centrali per la comunità e potentissimi canali per la valorizzazione della città di fronte a una platea potenzialmente globale. Da qui il titolo 'Pordenone, mondo'.
Per la realizzazione delle attività in programma, il Comune si avvale della collaborazione del raggruppamento temporaneo di imprese composto dalle società Tecnoteca, Altreforme e Varianti, che si è aggiudicato l’appalto per un importo complessivo di 137.616 euro. Tali attività, che verranno realizzate nella cornice del piano della comunicazione istituzionale del Comune.
Verranno realizzati testi, foto, video per rappresentare i principali luoghi di interesse della città. Tra questi i musei, i parchi, le piazze, i principali palazzi e monumenti, le facciate dei corsi cittadini. È prevista la realizzazione di schede di rilevamento (secondo lo standard del Ministero beni culturali, istituto centrale per il catalogo e la documentazione), testi divulgativi multilingua, fotografie (in totale il Comune si doterà di un archivio di oltre 300 fotografie nuove e di qualità, da utilizzare per promuovere e descrivere la città), filmatidescrittivi e una serie di video realizzati con il drone. I contenuti realizzati verranno diffusi oltre che tramite il sito web cittadino anche tramite le principali piattaforme di collaborative come Wikipedia e Google Maps. A tal fine è in programma la mappatura, alimentazione e presidio delle principali presenze di Pordenone nel web. Sarà attuato un intervento di redesign complessivo del sito attuale, con grande attenzione alla semplicità d’uso, per risolvere le criticità che ostacolano l’utente nel raggiungere l’informazione che cerca. Adottando le più moderne tecnologie e metodologie di sviluppo, tutte le funzionalità esistenti verranno aggiornate e migliorate, tutti i contenuti resteranno disponibili.
L’applicativo su cui è stato sviluppato il sito verrà aggiornato all’ultima versione (si tratta della piattaforma Plone uno dei più grandi progetti open source al mondo). Tale aggiornamento consentirà di avere un sito totalmente responsive (funzionante anche su smartphone e tablet), più veloce rispetto ad ora, alta integrazione con i social, gestione semplificata e più gradevole, oltre a nuove funzionalità. In percorso di formazione rivolto al personale comunale si concentrerà su: utilizzo della piattaforma per la gestione del sito comunale; utilizzo avanzato social media nella pubblica amministrazione; semplificazione del linguaggio e scrittura per il web; usabilità e accessibilità dei siti web; siti di qualità per il SEO. Il comune si doterà di un piano editoriale, strumento che le organizzazioni usano per la pianificazione e la gestione coordinata della comunicazione su tutti i canali. Il piano editoriale è anche uno strumento di raccordo delle figure coinvolte nel processo di comunicazione e fornisce un codice stilistico unitario. In programma inoltre l’adozione di alcuni strumenti di lavoro, tra cui la guida di stile, strumento necessario per assicurare una comunicazione coordinata, chiara, omogenea sui vari canali.

"Pordenone, mondo". Web e social media per una città competitiva

"Pordenone, mondo". Web e social media per una città competitiva (© Comune di Pordenone)